giovedì 9 luglio 2015

"Half Wild" di Sally Green

Buonasera lettori, torno a questo orario inconsueto per me, ma almeno adesso c'è un po' più fresco e lo schermo del pc non mi frigge il cervello e gli occhi :)
Dunque, prima di passare alla recensione, volevo chiarire un paio di cosette e spero non sarò troppo logorroica xD

E' passata esattamente una settimana da quando sono riuscita a scrivere un post sul blog e a partecipare attivamente. Purtroppo proprio giovedì scorso, di sera, io e il mio moroso abbiamo ricevuto una brutta notizia, un lutto nella sua famiglia ci ha "costretto" a partire in fretta e furia la stessa notte. Siamo stati giù al suo paese fino a lunedì sera e nonostante avessi a disposizione il portatile, non me la sono sentita di mettermi  scrivere recensioni o pubblicare "cose" sul blog. Ho giusto risposto a qualche commento perché non volevo rimanere di nuovo indietro. Inoltre, se alla situazione già di per sé particolare, ci aggiungiamo che è arrivato il caldo torrido e massacrante, ecco che capirete come mai sono scomparsa. Mi dispiace molto avervi abbandonato, ma non me la sentivo proprio ed anche in questi ultimi tre giorni (da quando siamo tornati) a causa del caldo non ho mai acceso il pc, anzi, anche solo sentir parlare di pc o tv o qualsiasi dispositivo che emana calore, mi fa sudare mille camicie. Oggi è un po' più fresco, ma le cose non cambiano poi molto.
E per concludere, la data presunta del parto si avvicina sempre più, gli ultimi preparativi iniziano a diventare necessari e pressanti, io sono sempre più stanca e svogliata, la mia testa vola verso altri lidi completamente diversi dalla vita virtuale, infatti in questo periodo leggo anche meno. In teoria dovrei partorire il 24 agosto, ma io sono convintissima che partorirò prima, infatti dopo l'ultimo post della Lega dei Lettori voglio fare un post in cui spiegherò in modo molto semplice perché potreste vedermi scomparire da un giorno all'altro :)
Bene, ho finito di raccontarvi i cavoli miei e mi viene quasi da pensare che potevo fare un post a parte, ma va beh, voi cercate sempre di capirmi, non ci sto con la testa xD
Ho deciso di rimpicciolire questa parte proprio perché non c'entra una cippa con i libri e perché mi sono resa conto che non a tutti può interessare la mia vita privata o le motivazioni, probabilmente molti di voi salteranno subito alla recensione del libro :)

Adesso un'altra cosa, prima di lasciarvi la recensione vera e propria...alcuni di voi si saranno accorti che nell'ultimo periodo pubblico quasi esclusivamente recensioni di libri appena conclusi e che mi sono stati inviati dalle case editrici...anche questa "stranezza" si ricollega alla mia gravidanza, infatti vorrei evitare di partorire e ritrovarmi con case editrici che attendono mie recensioni, oppure libri da leggere "per forza" per le stesse case editrici. Ecco perché anche oggi vi pubblico una recensione ed ecco perché è la recensione di un libro concluso giusto ieri.
Vi parlo di Half Wild di Sally Green, pubblicato da Rizzoli, secondo libro della serie iniziata lo scorso anno con Half Bad.



Trama: Il mondo sta cambiando. I capi degli Incanti Bianchi mirano a sterminare i Neri. Per contrastarli nasce un'Alleanza in cui Neri, Bianchi e Mezzo Sangue combattono fianco a fianco. Nathan viene invitato a farne parte, ma prima deve ritrovare Annalise che è prigioniera, perché liberarla gli sta più a cuore di tutto il resto. Annalise, il grande amore di Nathan, appartiene a una famiglia di Bianchi che lo odia. Nathan è convinto di potersi fidare di lei, ma ha ragione di farlo, oppure dovrebbe ascoltare i dubbi dell'amico Gabriel? Conteso tra Annalise e Gabriel, Nathan lo è anche tra la sua natura bianca e quella nera, tra il desiderio di vedere Marcus, suo padre, e il timore. L'Alleanza sarà il pretesto per ritrovare il suo temibile genitore. Scoprire quell'uomo che nella sua vita è sempre stato assente sarà la grande sfida personale di Nathan.



Serie "The Half Bad Triogy":
#0.5 Inedito - Half Lies (2014)
#1 Half Bad (2014) - Half Bad (2014)
#2 Half Wild (2015) - Half Wild (2015)
#3 Inedito - Half Lost (Marzo 2016)

Rating:

Recensione:
Ho letto con grande curiosità Half Bad lo scorso anno e ammetto che è uno dei pochissimi libri per cui non sono riuscita a scrivere una recensione, per diversi motivi che sinceramente ora non ricordo più. Vi basti sapere che ero rimasta piacevolmente colpita dalla storia e dallo stile e la mia curiosità nel continuare la serie era cresciuta notevolmente dopo il finale.
Così appena ho saputo di Half Wild sono scoppiata letteralmente di gioia, un po' perché pensavo la Rizzoli avrebbe interrotto la serie, un po' perché ormai non stavo più nella pelle.
Ero desiderosa di rincontrare Nathan e tutti gli altri personaggi e di scoprire come si sarebbero evoluti i fatti. Ora, a distanza di un paio di giorni dalla conclusione della lettura, vi dico che ho amato moltissimo Half Wild. Le premesse intavolate con il primo volume della serie sono state mantenute e portate avanti ancora meglio. Di solito il secondo volume nelle serie è sempre quello un pochino sottotono, mentre in questo caso io l'ho trovato ancora meglio del primo.
Il modo in cui la storia si intreccia, il modo in cui viene strutturata e portata avanti hanno reso il libro un vero gioiellino. Da lettrice mi sono sentita completamente risucchiata dalla storia, sebbene i primi capitoli siano un po' lenti e ci mettano un po' ad ingranare, dopo la curiosità e il coinvolgimento prendono il sopravvento lasciando il lettore senza fiato, senza possibilità di “salvezza”...si vorrebbe poter solo proseguire la lettura senza interrompersi mai e quando si arriva alla fine...beh, si vorrebbe già avere il terzo volume a disposizione, perché anche nel finale la Green è stata attenta e bravissima nel tenere il lettore sulle spine, ma senza esagerare.

Lo stile è sicuramente particolare, raccontato con la prima persona presente è strano da leggere e in alcuni casi si fatica leggermente ad entrare nella storia, dopo pochi capitoli però proprio questa scelta darà i suoi frutti e renderà la storia più scattante, personale e intensa. Inoltre il modo di scrivere della Green è già di per sé molto vivido e semplice e si arriva a vivere il tutto con grandissimo coinvolgimento inaspettato.
I personaggi sono molteplici e tutti molto interessanti da conoscere e capire sempre meglio. Ho amato i nuovi personaggi, in particolar modo Nesbitt mi ha rubato più volte un sorriso grazie alla sua grande ironia. Sono stata felicissima di poter conoscere meglio Marcus, perché mi mancava moltissimo la possibilità di approfondire questo personaggio.
In questo secondo volume Nathan, il nostro protagonista, è difficile da capire e mette alla prova la pazienza e le capacità di comprensione del lettore; inizia ad essere un personaggio sempre più profondo, ricco di sfaccettature e indubbiamente complicato, non sempre ho vissuto il suo personaggio in modo positivo, alcune volte lo avrei volentieri preso e appeso al muro con un chiodo...ma dall'inizio alla fine sono stata contenta di aver vissuto questa lettura insieme a Nathan, ed ora che ho concluso la lettura sono felice di aver potuto “conoscere” un personaggio così singolare e complesso, spero proprio non mi deluderà nel proseguimento della serie. Per descrivere il personaggio di Gabriel dovrei usare tanti cuori, posso, anche se è una recensione? No, a parte gli scherzi...l'ho amato tantissimo, sia come personaggio “singolo” sia nel modo che ha di rapportarsi con Nathan ma anche con noi lettori; è sempre molto sincero, costante e limpido in qualsiasi situazione con chiunque.

I rapporti che si vengono a creare tra i vari personaggi sono interessanti e mai banali, perché anche quando si viene a creare una specie di triangolo, la Green riesce a “risolverlo” in modo intelligente e originale...ed ecco che veniamo ad una parola che secondo me descrivere molto bene tutto il romanzo: originale. Quanto è difficile trovare qualcosa di originale in questo genere di libri? Ecco, la Green ci riesce...ovviamente anche in questo caso troviamo situazioni o emozioni che possono essere ricorrenti, ma vengono affrontate in modo personale e intenso. Anche il fattore magia nera o bianca l'ho sentito originale e eccentrico e questo non ha fatto che accrescere la mia soddisfazione verso questo libro e la serie in generale.
Ora non posso far altro che sperare la Rizzoli non ci farà aspettare centinaia di anni per avere il terzo volume in italiano, incrociamo l'incrociabile...


Ho deciso di non fare confronti tra le cover per il semplice motivo che quella italiana è praticamente identica a quella originale a parte qualche piccolo dettaglio. Personalmente sono estremamente soddisfatta del lavoro che sta facendo Rizzoli con questa serie, le edizioni sono ben curate, le cover sono splendide e la brossura è davvero fatta bene. Non posso proprio lamentarmi, anzi...adoro questi libri *___*Così, per non lasciare la recensione completamente vuota ci ho messo un'immagine trovata su Tumblr e che adoro, chi ha letto il libro capirà perché ed ho deciso di mettere anche un'immagine trovata sul sito dell'autrice.
Ora non mi rimane che augurarvi buonanotte, anche se è ancora presto e sperare che avrete voglia di commentare questo post per farmi sapere cosa ne pensate di questa serie e della mia recensione...vi aspetto :)

12 commenti:

  1. ciao tesoro non ti preoccupare ci sono cose molto più importanti!!! *^*
    Per quanto riguarda il libro non vedo l'ora di leggerlo anche io.. La cover è semplicemente favolosa!
    Sono convinta che mi piacerà visto che ho adorato il primo!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao tesoro, sono curiosissima di sapere cosa pensi di questo secondo volume, ma secondo me non ne rimarrai delusa...anzi, a mio parere è ancora meglio del primo *_*

      Elimina
  2. Tranquilla tesoro :3 lo sappiamo che l'arrivo del pargolo si avvicina <3 e va be' poi ognuno ha anche i suoi ca**i :D
    Comunque come sai ho adorato Half wild tantissimo *-* è proprio una delle mie serie preferite degli ultimi anni! Sono contenta che alla fine hai aggiunto il mezzo punto :3 secondo me se lo merita tutto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu, proprio tu, mi hai fatto morire l'altro giorno quando su whats mi hai scritto una cosa tipo "quando vedo che non rispondi per un po' penso sempre che stai partorendo...", ti giuro che mi hai fatto scompisciare xD
      Sì hai ragione, è sicuramente una serie degna di nota e di attenzione, sono contenta che la Rizzoli ha continuato la serie e spero non la interromperà, così come sono contenta che abbiano mantenuto titoli e cover originali o quasi. Per una volta davvero bravissimi!

      Elimina
  3. Ciao bella, non ti preoccupare, in questo momento hai molte altre cose a cui pensare ed è giusto così :-) quando ho letto Half bad l'anno scorso ero rimasta un po' delusa, ma da questa recensione mi sembra che i dettagli che mi avevano fatto storcere il naso siano scomparsi, quindi credo che darò una possibilità al seguito!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao tesoro mio, diciamo pure che in questo periodo ci sono volte che mi ritrovo a non pensare a niente, ho il cervello così in pappa che sembro quasi una psicopatica, mi fisso a guardare qualcosa a mente completamente vuota °___°
      Davvero il primo volume ti aveva deluso? Come mai? Non so, secondo me la storia merita moltissimo e il modo in cui viene strutturata e portata avanti è davvero originale e coinvolgente...spero avrai modo di leggerlo e spero soprattutto che con questo secondo volume andrà meglio :)

      Elimina
    2. Ricordo che mi era piaciuto come era scritto... ma su alcune cose mi aveva ricordato un po' troppo Harry Potter... tipo la casa che non viene vista da chi non ha la magia, un po' come il quartier generale dell'Ordine della Fenice e forse una specie di Passaporta, ma non ricordo chiaramente e potrei sbagliare... comunque credo che andrò avanti lo stesso, mi hai incuriosita con i personaggi nuovi e l'approfondimento su Marcus!

      Elimina
  4. Ale, il cucciolo ha l'assoluta precedenza! :)
    Devo recuperare questa storia, solo non so se aspettare che sia conclusa e fare tutta una tirata :$

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara, sì su questo non ci sono dubbi...diciamo che il cazzeggio, la poca voglia e il caldo fanno il resto del lavoro che mi tiene lontana dal pc xD
      Guarda, io ti consiglio assolutamente questa serie...sono così felice che la Rizzoli sta continuando a pubblicare i libri. Non so, forse potresti aspettare di sapere la data di pubblicazione del terzo volume, così da avere qualche certezza extra che non fa mai male ;)

      Elimina
  5. devo ancora leggere il primo accidenti! In bocca al lupo per tutto il resto ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chiara, devi assolutamente recuperarlo, mi raccomando. E' una storia che merita tantissimo di essere letta *_*
      E grazie mille per l'in bocca al lupo ^_^

      Elimina
  6. E poi ci sono io che ho appena finito di leggere Half Wild e sono talmente ancora presa da tutta la storia che mi sono sentita in dovere di scriverlo da qualche parte xD
    E niente, be'… il primo libro mi era piaciuto tanto ma non era di certo entrato nella Top Ten, ma dopo il secondo volume - e ammetto di essere rimasta sorpresa anch'io, di solito il secondo volume è sempre un po' moscio, ma questa volta ne sono rimasta stupefatta! - sono rimasta assolutamente stregata! È qualcosa di fantastico!
    Lo stile particolare, la narrazione che alterna prima e seconda persona al presente, i tantissimi personaggi che si alternano… davvero ben fatto – e, devo ammetterlo, è stato così fin dall'inizio del libro, ma ora ho un motivo in più per tifare per Gabriel e non per Annalise. Insomma, quale pazzo si rimetterebbe con la ragazza che gli ha ucciso il padre? Sì, okay, Nathan ha ucciso Kieran, ma ciò non toglie che l'ha fattore bisogno, lei ha ucciso Marcus per vendetta. E okay, mi sto arrampicando sugli specchi per giustificare i miei personaggi preferiti, ma che ci posso fare, per una volta che hanno fatto un protagonista che non è l'apoteosi della santità, devo approfittarne!
    Sto ancora cercando di riprendermi dal finale, in ogni caso, e magari sarò stupida io, ma non so se interpretare la frase "Domani andrai ad inseguire lei". Insomma, è rivolta verso Jessica o Annalise? U.U
    Oh, ho quasi dimenticato la parte più importante… xD
    Bellissimo blog e recensione davvero ben fatta e curata, tanti complimenti <3

    RispondiElimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, sono sempre felice di leggere e rispondervi ♥