domenica 26 luglio 2015

Lega dei Lettori: WONDER di R.J. Palacio

Ebbene sì, siamo arrivati alla fine...la nostra ultima lettura per la Lega. L'ultimo mega-post con i nostri pensieri. Sono felicissima che questo mese abbiate partecipato in tanti, perché mi sembra quasi un saluto alla mia, alla nostra Lega. Per i sentimentalismi ci sarà spazio nel post che pubblicherò tra qualche giorno, quello dedicato ai saluti, ringraziamenti e al tanto atteso giveaway; ora è il momento di lasciare spazio alla lettura che ci ha visto impegnati nel mese di luglio. WONDER di R.J. Palacio, libro intenso che tratta un argomento forte e importante e che in moltissimi abbiamo apprezzato e vedrete in molti abbiamo avuto la stessa idea senza ovviamente confrontarci prima. Nella parte dedicata alle citazioni ho deciso di dare un piccolo spazio speciale ad alcune citazioni in particolare, poi capirete e vedrete cosa intendo :)


È la storia di Auggie, nato con una tremenda deformazione facciale, che, dopo anni passati protetto dalla sua famiglia per la prima volta affronta il mondo della scuola. Come sarà accettato dai compagni? Dagli insegnanti? Chi si siederà di fianco a lui nella mensa? Chi lo guarderà dritto negli occhi? E chi lo scruterà di nascosto facendo battute? Chi farà di tutto per non essere seduto vicino a lui? Chi sarà suo amico? Un protagonista sfortunato ma tenace, una famiglia meravigliosa, degli amici veri aiuteranno Augustus durante l'anno scolastico che finirà in modo trionfante per lui. Il racconto di un bambino che trova il suo ruolo nel mondo. Il libro è diviso in otto parti, ciascuna raccontata da un personaggio e introdotta da una canzone (o da una citazione) che gli fa da sfondo e da colonna sonora, creando una polifonia di suoni, sentimenti ed emozioni.




I nostri pensieri

Fluky Roads
★★★½
Da questo libro mi aspettavo o una storia commovente e toccante o una storia tiepida dove alla fine tutti sono felici. Fa parte della seconda categoria. August ha una rarissima malattia genetica che gli ha causato una "deformazione" al viso; nonostante si faccia riferimento a episodi spiacevoli di discriminazione, non mi hanno coinvolto e nella maggior parte dei casi si trattava di semplici sguardi sfuggenti. Praticamente subito trova due amici fidati, e anche se con uno ha avuto un litigio, risolvono subito e alla fine del libro si è conquistato tutta la scuola dopo un singolo episodio di bullismo, tanto da ricevere una medaglia d'onore...possibile? Mi aspettavo una crescita interiore da parte del protagonista (anche se si tratta solo di un undicenne) che dopo una serie di brutte esperienze riuscisse ad andare oltre e poi cambiare il modo in cui gli altri lo vedono. Invece si è limitato a comportarsi come sempre e per questo ha vinto una medaglia, August stesso lo afferma nel libro. Mi è sembrato tutto troppo semplice e per questo irreale. Ad aumentare questa sensazione sono stati i genitori di August troppo perfetti, mi sarebbe piaciuto un capitolo dal loro punto di vista per vedere come si sentono, le loro preoccupazioni. Il personaggio meglio riuscito è senz'altro la sorella Olivia, è stata l'unica ad avere dei sentimenti contrastanti verso il fratello in alcune situazioni, come mi sembra normale che sia. Penso che Wonder sia rivolto a un pubblico più giovane, la storia non mi è dispiaciuta ma volevo qualcosa di più forte.

Laura
★★★★
Ho adorato questo libro. La sua dolcezza, la sua semplicità, i messaggi che trasmette al lettore.
La parte di August è molto commovente, riesce a miscelare simpatia e sarcasmo con la realtà dura e tremenda di questo ragazzino. Ma la parte migliore secondo me è quella narrata dal punto di vista degli altri personaggi. Tutti hanno qualcosa da dire, tutti nonostante le apparenze soffrono e insieme ad August crescono. All'inizio tu ti fai un'idea degli altri, che è quella che si è fatto August, ma poi li conosci direttamente e tutto cambia.
E' un libro che dovrebbero far leggere in tutte le scuole, è un inno alla diversità, ai valori e alla gentilezza, come dice il preside Kiap.
Ci lascia con un sorriso, con un senso di rivalsa e insieme un velo di tristezza perchè la verità è che August non si trasformerà mai da brutto anatroccolo a cigno. Semplicemente è nato così, è successo a lui ma poteva capitare a chiunque di noi e come esseri umani dobbiamo fare tutto il possibile per rendere il suo percorso in salita un po' meno faticoso. E' il minimo che possiamo fare. Perchè siamo stati molto fortunati.
E August, tutti gli August di questo mondo, sono degli esseri umani "meravigliosi".

Alessia Loc'ed
★★★★
Un libro che mi ha fatto provare una vasta gamma di sensazioni. Adatto ai giovani ma anche agli adulti, Wonder è semplice, delicato e allo stesso tempo sincero e corretto.
La capacità dell'autrice di entrare nella mente di un'adolescente è assoluta, la capacità di raccontare una storia difficile e renderla leale verso ogni lettore è ancora più forte. Ci si sente coinvolti mente e corpo, si impara ad amare fin da subito Auggie, così come io ho adorato Summer e Jack ed il rapporto sempre più forte che si crea tra loro. Mi è piaciuto moltissimo anche la narrazione divisa in punti di vista perché permette di avere un quadro completo della situazione e delle emozioni che sono in ballo in tutto il libro. Dovrebbero esserci più letture così "aperte" e sincere nei confronti delle emozioni, della diversità e dei giovani in generale.

Gresi Vitale
★★★★
Wonder è un romanzo profondo, il vano sforzo di un ragazzino comune che tenta di apparire "normale" il cui ritmo e contenuto è così sensibile da incantare. Una lieve carezza che sfiora il viso e che conquista per la sua indubbia dolcezza. Una novella che, drammatica e intensa, splende forte e scalda i cuori di chiunque e che, limpida come il cielo ingombro dalle nubi, muta gli stati d'animi, donandogli una forma diversa.

Nadia Canova
★★★★
Devo ammettere che quando ho visto che era stato votato questo romanzo ero un po' dispiaciuta, di solito questo non è il mio genere e, anzi, di solito avverto un po' di fastidio nel leggere questo tipo di romanzi, credo sia difficile non cadere nel banale e non fare pietismo nei confronti di chi ha problemi fisici o malattie che li rendono "diversi" dagli altri. Invece Wonder mi ha piacevolmente stupito. Intanto si legge che è un piacere, con una scorrevolezza e un ritmo davvero apprezzabili. La divisione in brevi capitoli è molto efficace, sembra davvero che a parlare siano i vari protagonisti. Mi è piaciuta molto anche proprio questa scelta di dare spazio ai diversi personaggi, in modo tale da permettere al lettore di comprendere meglio il punto di vista e le motivazioni di ciascuno. Poi ho apprezzato come questo romanzo non cada mai nello scontato, non usi facili espedienti per commuovere o per far affezionare il lettore al protagonista: viene tutto da sé, spontaneamente, passo dopo passo proprio come succede ad Auggie nella vita. Certo, le difficoltà ci sono, e ci sono per tutti, figuriamoci per un ragazzino con quei problemi. Ma se si affrontano con coraggio e decisione, se si rimane sempre aperti a vedere e ad accogliere il alto buono delle persone, la vita può regalarci grandi sorprese. Ho amato molto il personaggio di Via, l'ho trovato autentico e ben caratterizzato. In conclusione sono davvero contenta di aver partecipato anche questo mese alla Lega dei Lettori perché, non per la prima volta, ho scoperto un romanzo e un'autrice che difficilmente avrei considerato.

Caterina Bum Bam Book
★★★★
Devo ammettere che ero partita con delle aspettative parecchio basse - nonostante in moltissimi ne decantassero le lodi - perché non sapevo cosa aspettarmi dalla storia di Auggie. Mi sono però dovuta ricredere quando ho cominciato la lettura: ho apprezzato moltissimo alcuni personaggi (come Jack Will e August) e mi sono completamente lasciata andare durante la lettura di questo libro, che con il suo stile mi ha davvero affascinato. Ho trovato le azioni e i comportamenti dei personaggi di Wonder estremamente veri e mai forzati. Questo libro mi ha fatto riflettere su molte cose e sono davvero felice di avergli dato una possibilità. 

Chiara Ropolo
★★★★½
Bisognerebbe rendere la lettura di questo libro obbligatoria soprattutto nel periodo delle scuole medie. Insegna ciò che è importante e che spesso si dimentica: l'aspetto esteriore non deve contare. Purtroppo però non è così e Auggie ne sa qualcosa. Mi è piaciuto molto, scritto in maniera molto scorrevole ho apprezzato tanto i punti di vista alternati. Fa molto riflettere, soprattutto quando parla la sorella, mi sono chiesta spesso come avrei reagito io al suo posto, o al posto di Jack. Mi piace pensare che avrei fatto esattamente come Summer ma è un'età difficile, si è ancora tanto immaturi e a volte senza volerlo si può far male. Chi ha letto il libro può capirlo. Comunque è una storia che fa riflettere in profondità, temi molto forti anche se trattati in maniera semplice, adatta a tutti, ai ragazzini ma anche agli adulti. Anzi la consiglierei soprattutto alle mamme come quella di Julian, purtroppo molto comuni.

★★★★½
Pur non avendolo scelto nel sondaggio sono felicissima di averlo letto, è un libro delicatissimo e molto istruttivo, ma senza mai risultare pesante o "finto"!
Assistiamo a un importantissimo passaggio della vita del piccolo August, affetto da una rarissima combinazione di due patologie che deformano il volto del ragazzo; fino ad ora ha avuto pochi contatti con i suoi coetanei ma da settembre inizierà la scuola e questo stravolgerà non poco la vita di tutta la famiglia. Ho apprezzato tantissimo il fatto che le vicende venissero narrate da più di un personaggio, proprio a sottolineare come "in tutte le storie ci siano più di due punti di vista". L'intero libro è un percorso di crescita, non solo per August, ma anche per i suoi compagni di scuola, sua sorella e soprattutto per gli adulti.
Spero che venga letto da tantissime persone e -perché no- inserito nelle programmazioni scolastiche. A molte nuove leve servirebbe proprio una lettura così edificante!!
  
Rosita Alfieri
★★★★★
Quale meraviglioso viaggio è stato Wonder?
August è nato con una grave malformazione facciale. Per questo ha sempre vissuto a casa, protetto dalla sua famiglia. Ma ora si appresta a iniziare la "temutissima" scuola media. Un esperienza che può risultare drammatica per tutti, ma per lui ancora peggio.
R.J. Palacio, con il suo stile leggero e semplice vuol far capire, prima di tutto, che August non è altri che un ragazzino normale. Lui stesso si sente tale: "So di non essere un normale ragazzino di dieci anni. Sì, insomma, faccio cose normali, naturalmente. Mangio il gelato. Vado in bicicletta. Gioco a palla. Ho l'X-Box. E cose come queste fanno di me una persona normale. Suppongo. E io mi sento normale. Voglio dire dentro. Ma so anche che gli altri ragazzini normali non fanno scappare via gli altri ragazzini normali fra urla e strepiti ai giardini"
Quindi, alla fine, cosa rende una persona diversa? Semplice: il fatto che gli altri ti definiscano in questo modo.
L'autrice fa capire questo messaggio sopratutto grazie hai diversi Pov che possiamo trovare all'interno. Un modo perfetto non solo per rendere il tutto più chiaro al lettore, ma anche per far capire che non bisogna mai e poi mai giudicare al primo sguardo. E che tutti, ma proprio tutti, dentro stanno combattendo una personale battaglia.
★★★★★
Sono stata contenta che Wonder sia uscito nel sondaggio. Era da sempre uno di quei libri che volevo leggere ma che, per un motivo o per un altro, non iniziavo mai. Invece stavolta l’ho iniziato. E l’ho concluso dopo due giorni. Sulla copertina di Wonder dovrebbero scriverci “lettura consigliata: da 0 a 99 anni”. Come sulla tombola. La storia di August mi ha toccato nel profondo, mi ha commossa, ma mi ha fatto anche sorridere, e soprattutto mi ha insegnato a vedere positivo, per una volta. August è sì speciale, non solo fisicamente, ma accanto a lui ha, a sua volta, persone speciali, che lo supportano e gli vogliono bene. Ho amato ogni capitolo e ogni narratore di questa storia (sì, perché l’autrice utilizza più punti di vista, e ho apprezzato assolutamente questa tecnica, che già rientra di norma tra le mie preferite) e al termine della lettura ero assolutamente soddisfatta. Wonder le cinque stelle se le merita tutte.


MEDIA DI GRADIMENTO: ★★★★

Citazioni

I PRECETTI DEL SIGNOR BROWNE
-Settembre-
Quando ti viene data la possibilità di scegliere se avere ragione o essere gentile, scegli di essere gentile. (Dr. Wayne W. Dyer)
-Ottobre-
Le tue azioni sono i tuoi monumenti. (Iscrizione su una tomba egizia)
-Novembre-
Non avere amici che non siano alla tua altezza. (Confucio)
-Dicembre-
Audentes fortuna iuvat. La fortuna aiuta gli audaci. (Virgilio)
-Gennaio-
Nessun uomo è un'isola, intero in se stesso. (John Donne)
-Febbraio-
E' meglio conoscere alcune delle domande che tutte le risposte. (James Thurber)
-Marzo-
Le parole gentili non costano molto. Tuttavia ottengono molto. (Blaise Pascal)
-Aprile-
Ciò che è bello è buono, ciò che è buono presto sarà bello. (Saffo)
-Maggio-
Fa' tutto il bene che puoi, utilizzando tutti i mezzi che puoi, in tutti i modi che puoi, in tutti i luoghi in cui puoi, tutte le volte che puoi, a tutta la gente che puoi, per tutto il tempo che riesci. (Regola di John Wesley)
-Giugno-
Vivi l'oggi e cerca il sole! (The Plyphonic Spree, "Light and Day")

I PRECETTI DELLE CARTOLINE
-Precetto di Charlotte Cody-
Non è sufficiente comportarsi da amici. Bisogna esserlo.
-Precetto di Reid Kingsley-
Salvate gli oceani, salvate il mondo!
-Precetto di Tristan Fiedleholtzen-
Se davvero vuoi qualcosa in questa vita, devi lavorare per ottenerlo. Ma adesso, silenzio: stanno per annunciare i numeri della lotteria! (Homer Simpson)
-Precetto di Savanna Wittenberg-
I fiori sono fantastici, ma l'amore è meglio. (Justin Bieber)
-Precetto di Henry Joplin-
Non essere amico degli stupidi.
-Precetto di Maya Markowitz-
Tutto ciò di cui hai bisogno è l'amore. (The Beatles)
-Precetto di Amos Conti-
Non sforzarti di risultare simpatico. Si nota sempre, e questo non è simpatico. 
-Precetto di Ximena Chin-
Questo soprattutto: a te stesso sii fedele. (Shakespeare, Amleto)
-Precetto di Julian Albans-
A volte è bello ricominciare daccapo.
-Precetto di Summer Dawson-
Se riesci a superare la scuola media senza ferire i sentimenti di nessuno, sei davvero forte. 
 -Precetto di Jack Will-
Mantenete la calma e proseguite! (Qualcuno durante la seconda guerra mondiale)
-Precetto di August Pullman-
Ognuno dovrebbe ricevere una standing ovation almeno una volta nella vita, perché tutti "vinciamo il mondo".


«Il punto è che tutti dobbiamo fare i conti con le nostre giornata no. Ora, a meno che tu non voglia essere trattato come un neonato per il resto della tua vita o come un ragazzo con dei bisogni speciali, devi solo mandarla giù e tornare a scuola.» (Nadia Canova)

«E sono arrivato a questa conclusione: l'unica ragione per cui non sono normale è perchè nessuno mi considera normale.» (Chiara Ropolo)

«Lo sentono e basta. Non si ha bisogno degli occhi per amare, giusto? Lo senti semplicemente dentro di te. E in paradiso è così che funziona. E' soltanto amore, e nessuno dimentica le persone che ha amato.» (Chiara Ropolo)

«Non so se noi tre ci siamo trovate perché eravamo così simili sotto tanti punti di vista, o se siamo diventate simili sotto così tanti punti di vista perché ci siamo trovate.» (Alenixedda)

«Se trovassi una lampada magica e potessi esprimere un desiderio, vorrei avere una faccia così normale da passare inosservato.» (Silbi Grace)

«La grandezza non risiede nell'esser forti, ma nel giusto uso che si fa della forza. È il più grande colui la cui forza trascina il maggior numero di cuori grazie al richiamo del proprio.» (Fluky Roads)

«A volte non c'è bisogno di voler ferire qualcuno per fargli del male, Jack.» (Caterina Bum Bam Book)

«Coraggio. Gentilezza. Amicizia. Carattere. Sono queste le qualità che ci definiscono come esseri umani e che ci sospingono, di tanto in tanto, verso la nostra grandezza» (Caterina Bum Bam Book)

4 commenti:

  1. Sono proprio contenta che abbiamo finito questa Lega dei lettori con un libro così bello. Dai nostri commenti emergono tutte le emozioni che Wonder ci ha trasmesso, un libro che davvero dovrebbero leggere tutti.
    Grazie Alessia per aver organizzato tutto questo :)

    RispondiElimina
  2. Uno dei pochi libri che non ho letto... a quanto pare ho fatto la cavolata! Ma non ce la facevo proprio! Lo terrò presente per future letture! :)

    RispondiElimina
  3. che bello leggere le varie opinioni, tutte peraltro molto simili. E' stato profondo

    RispondiElimina
  4. Una perfetta conclusione per la Lega dei lettori!! Sono proprio contenta che abbia ricevuto commenti tanto positvi, ma non poteva essere altrimenti!!!
    Grazie Alessia per averci dato quest'opportunità! ^_^

    RispondiElimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, sono sempre felice di leggere e rispondervi ♥