domenica 31 maggio 2015

Readings Recap #8

Buongiorno e buona domenica a tutti voi. Oggi ultimo giorno del mese di maggio, possiamo dirgli ciao ciao e un altro mese se ne va portando con sé speriamo le ultime piogge e gli ultimi venti freddi.
Sono in ritardissimo con questo post e infatti mi ritrovo con ben 6 letture concluse di cui parlarvi. Avrei dovuto pubblicare il recap all'inizio della settimana, ma non ho fatto in tempo e dopo ho avuto altri impegni sul blog e così mi ritrovo con un bel po' di letture di cui parlarvi.
Ammetto anche di aver letto un bel po', infatti nell'ultimo periodo mi sono fatta prendere e complici alcuni libri un pochino più corti di altri mi sono data alla pazza gioia. Pensate che ho battuto il mio record, ho fatto un conto e nel mese di maggio sono riuscita a leggere 12 libri (quasi, l'ultimo lo finirò proprio questa sera xD), è la prima volta che mi succede e sono contentissima di questo. Sicuramente passerà un po' di tempo prima che si ripetano queste cifre, ma sono comunque orgogliosa di me *__*
Rubrica a cadenza casuale inventata da me.
In ogni puntata parlo brevemente delle ultime letture fatte e delle prossime che ho in progetto di fare.

The Help di Kathryn Stockett
★★★★★
Letto grazie al Gruppo di Lettura di Denise, avevo questo libro da un bel po' di tempo. Ho amato la storia dall'inizio alla fine, sono riuscita ad immergermi completamente nell'ambientazione e nelle vicende narrate e i personaggi mi hanno emozionato tantissimo. Questo è un libro in grado di far riflettere e di emozionare moltissimo e grazie ad uno stile scorrevole e semplice, la lettura non risulta mai pesante o noiosa, anzi si ha sempre più voglia di scoprire cosa i personaggi hanno voglia di raccontarci.
Shadowhunters. Il Codice di Cassandra Clare
★★★★
Questo è uno di quei libri che si legge per puro piacere. Chi ama la serie Shadowhunters non potrà far altro che apprezzare tantissimo questo libro, che dà modo di entrare ancora più a fondo nel mondo degli Shadowhunters, di conoscere meglio ogni dettaglio e comprendere quanto lavoro ci sia stato dietro alla costruzione dell'intera serie. Sicuramente alcuni capitoli sono un po' noiosi, e le note a margine di Clary, Simon e Jace potevano essere sfruttate meglio, potevano inserirne di più, ma rimane il fatto che sia puro piacere. Ovviamente è un libro adatto solo a chi ama questo mondo, un plus che ci hanno concesso.
The Academy di Amelia Drake
★★★½
Ho scoperto questo libro per ragazzi per puro caso e sono rimasta subito affascinata da cover e trama. La storia è davvero carina, un buon libro per staccare la spina e per vivere un'avventura di tutto rispetto. Ovviamente non ci si deve aspettare il libro dell'anno, ma così come è un buonissimo libro per i ragazzi, vi assicuro che anche per gli adulti è un ottimo modo per rilassarsi, divertirsi e vivere una storia carinissima in grado di intrattenere dall'inizio alla fine. La protagonista e gli altri personaggi sapranno catturarvi e portarvi fino all'ultima pagina facendovi desiderare di avere subito il seguito.
Le anatre di Holden sanno dove andare di Emilia Garuti
★★★★
Esordio di questa giovanissima autrice, ho trovato questo romanzo davvero intenso e ricco di spunti di riflessione ed emozione. La scrittura della Garuti è trasparente e sincera, cinica e ironica, reale e profonda e allo stesso modo vediamo la protagonista che ci parla di problemi dei giovani, ma non i soliti che troviamo in ogni libro per giovani adulti, qui abbiamo "semplicemente" la fine di un ciclo (le superiori) e l'inizio di un "non si sa cosa". La protagonista si trova di fronte al futuro, alla possibilità di scegliere, ed è così impaurita da tutto questo da sentirsi vuota e senza un senso. Davvero un libro piccolino ma che lascia tanto.
Raffles di E.W. Hornung
★★★★
Mia prima esperienza con questa nuova casa editrice sono estremamente soddisfatta. Il libro è splendido nella sua veste così come nel contenuto. Il personaggio di Raffles è così pieno di sfaccettature, così attraente e affascinante, che il lettore si sentirà completamente rapito da esso; così come succede alla voce narrante Bunny, amico di Raffles, anche noi siamo dipendenti da lui, sottomessi e ammaliati. La storia che troviamo è semplice e breve, ma davvero interessante, scritta benissimo e entusiasmante dall'inizio alla fine. Raffles non potrà far altro che colpirvi nel profondo.
La straniera di Diana Gabaldon
★★★★½
Quanto ho amato questo romanzo. Mi ha catturato così tanto che ancora adesso, a distanza di giorni dalla conclusione, mi sento totalmente infatuata. Ecco il motivo per cui ho iniziato a guardare subito la serie tv: non riuscivo ad uscire dalla storia con la testa e il cuore e avevo bisogno di tornare ad incontrare tutti gli splendidi personaggi che ho conosciuto, avevo bisogno di sentirmi di nuovo a casa in quel tempo e in quelle terre così distanti da me. La Gabaldon ha creato una meraviglia, in cui grazie al suo stile brutalmente sincero riesce ad emozionare e a tratti sconvolgere il lettore.



Direi che posso ritenermi totalmente soddisfatta anche per quanto riguarda queste letture. Sono state tutte soddisfacenti, alcune hanno addirittura superato le mie aspettative. 
Per The Academy, ho pubblicato la recensione l'altro giorno, ma ho voluto metterlo comunque nel recap per avere un quadro completo delle mie letture, spero non vi dia fastidio. Mentre sicuramente nei prossimi giorni sul blog vedrete le recensioni complete di Raffles e di Le anatre di Holden sanno dove andare.
Bene ragazzi, come sapete, mi farebbe piacere curiosare anche tra le vostre letture, scoprire cosa avete letto, se siete soddisfatti o delusi e in ultimo cosa ne pensate delle mie letture :) 

venerdì 29 maggio 2015

Speciale SalTo 2015: Dal punto di vista di Gainsworth Publishing

Buon pomeriggio a tutti carissimi, come ve la passate? Il weekend lungo (per alcuni) è iniziato, andrete da qualche parte in questi giorni, oppure lo passerete in relax a casa? Noi non faremo niente di che, useremo questi giorni per organizzare un paio di cose per il "post-nascita" e per rilassarci :)

Come potete vedere dal titolo, oggi torniamo a parlare del Salone del Libro, ormai sono passati un po' di giorni, ma ho avuto bisogno di organizzarmi.
Avendo sentito molti pareri positivi da parte di tanti lettori sullo stand della casa editrice GAINSWORTH PUBLISHING, ed avendo un buonissimo rapporto con una delle loro autrici Julia Sienna, ho deciso di provare a proporre a loro di parlarci del Salone però dal loro punto di vista. Dunque un punto di vista completamente diverso da quello dei lettori.
Oggi vedremo il Salone con gli occhi di un editore piccolo ma interessante e con gli occhi dei suoi autori. Ho dato carta bianca a Julia e a tutta la squadra della Gainsworth e ne è venuto fuori qualcosa di meraviglioso, simpatico e interessante. Vi lascio alle loro parole e spero vi piacerà questo piccolo speciale ritardatario, vi avviso che sarà un post molto lungo, ma vale la pena di leggere ogni parole e arrivare fino in fondo con un sorriso sulle labbra e con la voglia di conoscere meglio questa CE, perché è proprio questo che riescono a creare questi autori e la squadra Gainsworth: voglia di conoscerli e di leggerli, sempre!


PAROLA ALLA GAINSWORTH PUBLISHING


Buongiorno a tutti, amici lettori!
Bene, vi chiederete che ci faccio qui oggi a presentarvi lo speciale del SalTO 2015, beh ve lo dico subito: la nostra dolce Alessia, mi aveva chiesto di raccontarvi la mia esperienza al Salone dando una mia visione personale di cosa fosse accaduto allo stand della mia casa editrice. Insomma, la visione di una lettrice (eccomi qui) che passa dall'altra parte della barricata e si trova in uno stand editoriale. Bene, non mi sembrava giusto propinarvi solo la mia versione, così ho radunato un po' tutta la Gainsworth Publishing per darvi un'idea corale e colorata di cosa sia accaduto oltre le trincee dello stand J29.
Io sarò la vostra voce narrante e vi andrò a presentare tutti i miei colleghi, oltre che dirvi cosa è stato per me il Salone.
Iniziamo dal principio. Il Salone è stato... tanta fatica, tante soddisfazioni e tante belle persone. Oltre che tanti matti, ma quelli, come sapete, sembrano proliferare in mia presenza. A parte gli scherzi, ogni anno vedo il gruppo crescere sempre di più e le soddisfazioni aumentano di conseguenza.
Per partecipare con il cartellino “espositore” al collo, sono richieste doti da maestro jedi: prontezza, resistenza, fantasia e tanta pazienza. Soprattutto l'ultima.
Come sempre, tutto inizia il mercoledì, quando con entusiasmo si entra nel Lingotto deserto e si “spacchetta” fisicamente lo stand che fino a quel momento avevi visto solo sulla mappa.
E qui ne sa qualcosa il mio socio Ronnie (autore della serie de La Colonna di Antanacara), che da due anni ormai è il mio co-spacchettatore/allestitore di stand e sa cosa vuol dire trovarsi improvvisamente senza forbici, mentre due energumeni ti chiedono cosa devono fare con un tavolo... e lo chiedono a te, perché sei l'unica persona che sembra notarli nel raggio di un km2 e sì, perché che il tavolo sia per lo stand di fianco non fa alcuna differenza. Gli allestitori sono tutti una grande famiglia, pare.
Poi il giovedì inizia la guerra... una guerra lenta e snervante, dato che il giovedì procede così a rilento che potresti persino contare i battiti di ali delle farfalle che ti rosicchiano i libri.
Il venerdì si erigono le barriere di trincea, il sabato si duella, la domenica lo stallo bellico continua e il lunedì si scema lentamente verso la vittoria finale.
Abbiamo vinto? Io direi di sì. Ma vediamo anche che ci dicono a tal proposito gli altri miei intervistati. Passiamo la parola ai miei colleghi!

giovedì 28 maggio 2015

"The Academy" di Amelia Drake

Buongiorno lettori e buon giovedì, siamo a metà settimana e ormai anche alla fine di maggio. Il tempo sta volando letteralmente, infatti non mi sembra vero di essere già praticamente al settimo mese di gravidanza, tra qualche mese mi vedrete scomparire (farò proprio puff xD) dalla blogosfera per un po', non so quanto... ma sicuramente quando sarà il momento vi lascerò un bel post di "arrivederci" qui sul blog :)

Oggi invece sono qui per parlarvi di una delle mie ultimissime letture, infatti ho deciso di abbandonare un attimo i recuperi, in quanto ci sono alcune recensioni che voglio pubblicare il prima possibile.
La chiacchierata di oggi la facciamo su The Academy di Amelia Drake, primo libro di una serie di cui ancora non si sa di quanti libri sarà composta, posso solo dirvi che alla fine del libro compare la trama del secondo volume, ma non posso dirvi altro per ora.

Trama: Twelve ha dodici anni e non è mai uscita dall'orfanotrofio Moser, alla periferia della grande città di Danubia. Non sa chi siano i suoi genitori e non ha nemmeno un nome: solo un numero, Twelve, appunto, perché è stata la dodicesima trovatella del suo anno. A Danubia ci sono diciotto Accademie: quella dei Musicanti e quella degli Alchimisti, quella degli Scribi e quella dei Servitori... Ed è proprio questo il sogno di Twelve: frequentare l'Accademia di Servizio e diventare una cameriera, magari una hostess in divisa impeccabile in una delle ville della città. Dopo uno strano esame di ammissione, per Twelve viene finalmente il momento di lasciare l'orfanotrofio e realizzare il suo sogno. Ma la carrozza su cui sta viaggiando finisce nel fiume per un'esplosione: un complotto porta Twelve in un'Accademia ben diversa, che sui registri della città non compare. La Diciannovesima. Nella grande città di Danubia, in un'isola abbandonata, si nasconde infatti una scuola proibita, di cui nessuno conosce l'esistenza. E lei è stata scelta per farne parte.


Serie "The Academy":
#1 The Academy. Libro Primo (2015)
#2 The Academy. Libro Secondo (prossima pubblicazione)
+ altri volumi a venire

Rating:

martedì 26 maggio 2015

Lega dei Lettori: LA QUINTA ONDA di Rick Yancey

Buongiorno lettori della Lega, come ve la passate? Siamo di nuovo qui tutti insieme per parlare dell'ultima lettura che abbiamo portato a termine per la Lega. Continuo ad essere felicissima di trovare grande interesse e partecipazione, perché sul serio, non pensavo proprio sarei riuscita a raggiungere questi livelli con questa iniziativa.
Ci troviamo di fronte ad un libro letto da un bel po' di noi, ma come capita spesso con tanti pensieri diversi, c'è chi lo ha amato, chi lo ha odiato e chi si trova nel mezzo, come è giusto che sia. Spero che anche questo post sarà una piacevole lettura per tutti voi, per capire quanto più possibile su questo libro.

Nel mese di maggio abbiamo letto LA QUINTA ONDA di Rick Yancey, primo volume di una serie da cui è tratto un film che stanno ancora girando, ma che sta attirando tanto interesse.



Di notte, Cassie non può più guardare il cielo stellato con gli stessi occhi di prima; ora sa che "loro" arrivano da lì, da quegli astri luminosi e distanti, e arrivano per distruggere il suo mondo. Cassie è tra gli ultimi superstiti, sola, in fuga da "loro", esseri mandati sulla Terra per sterminare la specie umana: l'unica speranza che le resta è ritrovare Sammy, il fratellino che le è stato strappato dalle braccia. Quando il misterioso Evan Walker si offre di aiutarla, Cassie capisce che deve prendere una decisione: fidarsi o rinunciare alla sua missione, arrendersi o continuare a lottare.






I nostri pensieri

Nadia Canova
★★
Purtroppo questo libro non mi è piaciuto, ho fatto molta fatica a finirlo e credo che, se non fosse stato per onorare l’impegno con la Lega dei Lettori, lo avrei abbandonato ben prima di fare la conoscenza di “Zombi” o di Evan. Forse è colpa mia, forse sono troppo “vecchia” per questo tipo di libro, ma non è scattata alcuna empatia con Cassie, e in realtà neanche con gli altri personaggi. Ho avuto la costante impressione che l‘autore cercasse di commuovere il lettore in modo un po’ troppo facile, soprattutto nelle parti riguardanti Sammy, e questo è stato un altro motivo per cui ho provato fastidio. Ho notato numerose incongruenze nella trama, ho trovato molti dialoghi faticosi e deboli e alcuni spunti della storia decisamente poco originali: mi è venuto in mente in più occasioni L’ospite della Meyer, per non parlare de La guerra dei mondi di Wells che peraltro lo stesso Yancey cita. Anche a livello di forma questo romanzo mi ha deluso: a mio parere non basta dividere un libro in parti per conferirgli una struttura solida, senza contare il fatto che non ci si può ricordare di descrivere l’aspetto fisico della protagonista dopo 150 pagine di romanzo. Spero di non aver fatto arrabbiare chi questo libro lo ha apprezzato, ma dovevo esprimere il mio pensiero.

Lega dei Lettori: La lettura di giugno

Buongiorno a tutti, eccoci di nuovo insieme per scoprire quale sarà la lettura che dovremo effettuare nel mese di giugno.
Per questa volta era il turno dei thriller e come immaginavo nel sondaggio ci sono stati meno voti, ma posso ritenermi comunque soddisfatta visto che abbiamo raggiunto quota 60 votazioni e direi che va benissimo :)
E devo dire che la vincita è stata netta, fin dall'inizio c'è stato un libro più votato di altri e questo libro ha mantenuto i suoi livelli fino alla chiusura del sondaggio.

Il vincitore per la lettura di giugno è:
CONDOMINIO R39 di Fabio Deotto
che ha ricevuto 17 voti con il 28% di preferenza


C'è qualcosa di vischioso nel Condominio R39. Un'aria viziata che toglie il respiro. Varcarne la soglia è come entrare in una gabbia di cui solo i bambini possiedono le chiavi. Un vecchio biologo infermo ossessionato dalla decomposizione. Una giovane che lavora in un night club e il suo fidanzato, dediti a pratiche erotico-esoteriche. Un'ex attrice di grandi speranze la cui mente è ora preda di fantasmi. Un ragazzino di dieci anni oppresso dall'affetto morboso della madre. Sono gli inquilini di una palazzina di Milano dove si consuma un atto violento e all'apparenza inspiegabile. Delle indagini è incaricato un commissario dal passato oscuro e dal presente tormentato. La realtà prende forma un tassello alla volta, in un'atmosfera che si fa sempre più tesa, fino a comporre un mosaico gotico che costringe i protagonisti a fare i conti con ciò che davvero sono.


Il libro è acquistabile in qualsiasi libreria o store online e sicuramente ci sarà la possibilità di trovarlo anche in varie biblioteche. Come sapete io non fornisco l'ebook perché credo sia sbagliato e contro gli interessi di noi lettori (ed ovviamente degli autori). 
Purtroppo non esiste la versione economica del libro, il prezzo pieno del cartaceo è 19,50 € (altissimo lo so) e la versione ebook non è di certo conveniente, infatti costa 8,99 €.
Devo però avvisarvi che ci sono delle copie usate del romanzo su Libraccio, al prezzo di 9,75 € e potete trovare 4-5 copie usate anche su Comprovendolibri a vari prezzi.

Spero proprio che tanti di voi si uniranno a me per la lettura di questo interessante thriller e spero anche di dare una possibilità a chi ancora non ha partecipato alla Lega a causa di letture che non interessavano.
Chiedo cortesemente a tutti quelli che hanno intezione di partecipare a questa lettura, di comunicarmelo tramite commento a questo post, così posso regolarmi e organizzarmi. Grazie mille!

PS: Vi ricordo che nel pomeriggio troverete il post con il resoconto della lettura effetuata a maggio, cioè La quinta onda di Rick Yancey.

lunedì 25 maggio 2015

"Resta anche domani" di Gayle Forman

Buongiorno splendori e buon lunedì. Come avete passato il weekend? Spero nel migliore dei modi. Io mi sono rilassata e ho cazzeggiato un po' (ormai faccio solo questo xD). Oggi per iniziare la settimana ho deciso di pubblicarvi una delle innumerevoli recensioni in arretrato che continuano a tenere in ostaggio il mio computer ç___ç
Vi parlo di Resta anche domani di Gayle Forman, primo libro della duologia, che ho letto verso metà aprile del 2014. Come vedete dalla cover, ho deciso di presentarvi l'edizione che ho io, cioè la prima portata in Italia dalla Mondadori, poi ripubblicata con una nuova veste in onore del film tratto dal romanzo.

Trama: Non ti aspetteresti di sentire anche dopo. Eppure la musica continua a uscire dall'autoradio, attraverso le lamiere fumanti. E Mia continua a sentirla, mentre vede se stessa sul ciglio della strada e i genitori poco più in là, uccisi dall'impatto con il camion. Mia è in coma, ma la sua mente vede, soffre, ragiona e, soprattutto, ricorda. La passione per il violoncello e il sogno di diventare una grande musicista, l'ironia implacabile di Kim e la scazzottata che ha inaugurato la loro amicizia, l'amore di un ragazzo che sta per diventare una rockstar e la prima volta che, tra le sue mani, si è sentita vibrare come un delicato strumento. Ma ricorda anche quello che non troverà al suo risveglio: la tenerezza arruffata di suo padre, la grinta di sua madre, la vivacità del piccolo Teddy, l'emozione di vivere ogni giorno in una famiglia di ex batteristi punk e indomabili femministe. A tanta vita non si può rinunciare. Ma cosa rimane di lei, adesso, per cui valga la pena restare anche domani?




Serie "If I Stay":
#1 Resta anche domani (2009) - If I Stay (2009)
#2 Resta sempre qui (2014) - Where she went (2011)

Rating:

sabato 23 maggio 2015

Shopping Books #11

Buongiorno splendori e buon sabato... vedete il titolo di questo post? Vi ricordate cosa avevo detto nel post precedente dello Shopping Books? Avevo detto che fino a metà giugno non volevo comprare niente per smaltire un po'. Ecco, ehm... c'è stato un piccolo problema: HO CEDUTO. Non ce l'ho fatta, ma la colpa è tutta degli sconti in libreria, io non c'entro niente, lo giuro ç___ç E poi è colpa di una personcina stupenda che mi ha fatto un regalino. Adesso vi faccio vedere le foto così capite meglio xD
Rubrica a cadenza casuale inventata da me.
In ogni puntata vi presento tutti i nuovi libri arrivati suoi miei scaffali,
che siano essi acquisti, regali, scambi o omaggi.

Nella prima foto potete vedere i miei acquisti. Dunque, il libro della Phillips e il libro di McGrath li ho comprati alla Giunti, avevo uno sconto del 15% che scadeva a fine mese, inoltre c'erano gli Adelphi scontati del 20% e non ho resistito. Mentre il libro di Saramago l'ho preso alla Mondadori, sempre grazie ad uno sconticino accumulato. Mea culpa, ma anche culpa degli sconti xD
Mentre nella seconda foto vedete lo splendido regalo che mi ha fatto la mia meravigliosa inviata speciale al Salone del Libro. Nadia è una grande amante dell'autrice M.C. Beaton e ha pensato bene di farla conoscere anche a me regalandomi un suo libro (primo di una serie), un libro di cui mi sono innamorata appena l'ho avuto tra le mani; poi non contenta mi ha messo il catalogo dell'Astoria (per farmi sbavare un po') e tutti quei splendidi segnalibri. NADIA GRAZIE!

venerdì 22 maggio 2015

CasaSirio: una piacevole scoperta!

Buongiorno a tutti miei cari lettori, oggi sono qui per parlarvi di una nuova casa editrice che ha colpito il mio "debole" cuoricino di lettrice grazie a copertine che adoro, a trame accativanti e non nego che lo zampino ce lo ha messo anche Silvia, con la recensione di un loro libro.
Così mi sono informata, ho passato un'oretta sul loro sito ed ho provato a contattarli. Mi sono ritrovata a parlare con un'addetta stampa meravigliosamente disponibile, carina e gentile che credo rispecchi in modo perfetto la casa editrice.
Oggi vi parlo di CASASIRIO, questa giovane casa editrice, nata nell'aprile del 2014 che promette decisamente bene. Vi presenterò un po' delle loro opere con la speranza di incuriosirvi nel modo giusto e che merita questa casa editrice.

Ecco come si presentano in pochissime parole che vanno dritte al punto
CasaSirio è Una casa editrice pop perché questa è la letteratura che facciamo: narrativa di qualità, curata in ogni minimo dettaglio (dall’editing alla copertina, dalle bozze alla carta di stampa), che sia attuale, fruibile e appassionante tanto per il lettore forte quanto per quello meno esperto.


Le loro collane sono quattro:
Sciamani
storie di ampio respiro, romanzi di formazione, personaggi stratificati in balia di emozioni forti e umanissime;
Riottosi
libri incazzati, per troppa azione o troppo sangue, per troppo riso o troppo pianto, morti che si mescolano ai vivi, racconti che non le mandano a dire e romanzi fuori di testa;
Morti&StraMorti
autori stranieri - morti e stramorti - scomparsi da tempo dalle librerie italiane e riesumati da CasaSirio e dalle sue traduzioni pop;
Pendolari
racconti lunghi un viaggio in metro, disponibili solo in ebook, rigorosamente gratuiti.


giovedì 21 maggio 2015

Top Five #2: Most wanted from my Wishlist

Rubrica a cadenza casuale che prende spunto dalla famosa Top Ten Tuesdays.
Consiste nel fare una lista di cinque libri in base ad un argomento sempre diverso.


Buon pomeriggio carissimi, avevo voglia di fare qualcosa di "diverso" nel blog e così mi è venuto in mente che circa 6-7 mesi fa avevo iniziato una rubrica che poi ho lasciato ad impolverare senza più pubblicarla sul blog.
L'idea di questa rubrica era semplicemente quella di riprendere la famosa Top Ten Tuesdays e trasformarla in una Top Five. Non ho mai voluto seguire settimanalmente i "titoli" che venivano forniti dal blog ideatore della rubrica, ma ho sempre pensato di andare un po' come mi pareva. Oggi addirittura ho preso un loro titolo e l'ho trasformato come più piaceva a me, per evitare di essere ripetitiva nei contenuti. Ho deciso di presentarvi 5 libri tra quelli che più desidero della mia wishlist, potranno essere libri vecchi o nuovi, ma saranno sicuramente tra i più desiderati dalla sottoscritta, ah e ci tengo a precisare che non sono in ordine di interesse, vi basti pensare che sono tra i 5 che vorrei avere subito tra le mani *__*




#1 Follia di Patrick McGrath
Non conoscevo questo libro, anche se ho sentito più volte parlare di questo autore, ha scritto tantissimi libri e alcuni di questi mi sono capitati davanti nel mio girovagare in libreria, ma mai mi sono convinta a sceglierne uno e comprarlo. Poi è arrivata Cristina con la sua recensione e non c'è stato più niente da fare. Da quel monmento questo libro è diventato uno dei miei chiodi fissi. L'altro giorno ho quasi avuto la possibilità di averlo in scambio, poi tutto è sfumato, ed ora sono disperata perché vorrei averlo subito ma non voglio comprare libri fino ad almeno la metà di aprile.


#2 Le stanze buie di Francesca Diotallevi
Chi mi conosce sa quanto sono ossessionata da questo libro. Tutti i miei amici lo hanno adorato, molti lo hanno messo tra i propri libri preferiti e io? Io aspetto il momento giusto per comprarlo. Ho provato a vincerlo, ma non sono riuscita; ho sperato mi venisse regalato per il compleanno, ma niente; ho sperato venisse in qualche modo scontato e ancora niente... insomma non riesco a trovare un modo per procurarmi questo libro e nonostante la mia immensa voglia di leggerlo mi scoccia spendere 22 euro. Ma arriverà il suo momento!



#3 Il diario di Ellen Rimbauer di Joyce Reardon
Questo libro non lo conoscevo minimamente fino a quando Ambra non ne ha parlato sul suo blog e da lì è scattata la scintilla. Ma c'è un problema: è introvabile, in qualsiasi formato, non è disponibile da nessuna parte, nemmeno sui siti di libri usati. Ho provato anche con gli scambi ma niente. Ricordo che anche Ambra ci mise un sacco per trovare la sua copia ed io ho una gran paura che rimarrò fregata e con la voglia di leggere questo libro per tutta la vita. Aiutatemi: se lo avete visto in giro o se conoscete qualcuno che lo scambia/vende, fatemelo sapere ç___ç


Questa è un'aggiunta recente alla mia wishlist, ho scoperto questo romanzo guardando alcuni video di wronghysteria, questa ragazza ha la capacità di farmi appassionare a qualsiasi libro di suo gradimento e lo stesso è avvenuto per questo romanzo. Peccato che la situazione è la stessa del numero uno di questa lista: non voglio e non posso comprare niente fino a metà giugno, ma credo che una volta sbloccato questo "stop allo shopping" sarà uno dei libri che comprerò con più entusiasmo.



#5 Le sorelle soffici di Pierpaolo Vettori
La mia ossessione è partita grazie (o a causa xD) di una blogger che seguo e stimo. Silvia ha parlato di un altro libro di Vettori ultimamente e mi ha subito convinta e così ho deciso di iniziare dalla sua "più vecchia" pubblicazione. Nel periodo in cui mi sono guardata intorno, purtroppo non ho trovato il libro nell'edizione che volevo, perché in questo caso l'edizione economica del romanzo mi fa abbastanza schifo e volevo la prima edizione. Come sopra, se conoscete qualcuno che vuole sbarazzarsi di questo libro nell'edizione della Elliot, ricordatevi di me :)



Ecco qua 5 tra i libri che più desidero in assoluto, 5 mie piccole ossessione che prima o poi dovrò avere tra le mie mani, altrimenti potrei incattivirmi -.-
Ovviamente la mia wishlist è molto più lunga (conta circa 75 libri °_°) ed ogni libro contenuto in essa vorrei poterlo avere, ma questi 5 sono assolutamente su un podio virtuale.
Fatemi sapere cosa ne pensate, se conoscete i libri e se continuate, anche a voi, a consigliarmeli... e se vi va potete condividere insieme a me quali sono i vostri most wanted nelle vostre wishlist, come sapete sono sempre estramamente curiosa di confrontarmi con voi *_*

martedì 19 maggio 2015

"Millennio di fuoco - Seija" di Cecilia Randall

Buon pomeriggio a tutti, siamo già oltre la metà di maggio e anche questo mese sta volando via tra giornate torride, giornate ventose e giornate piovose.
Oggi ripendo con il recupero delle recensioni e se la scorsa recensione era per un libro difficile, questa volta vi parlo di un libro con argomenti sicuramente più leggeri e avventurosi. Per un libro che ho amato alla follia. Oggi il protagonista è Millennio di fuoco-Seija di Cecilia Randall, primo della duologia omonima.

Trama: Baviera 1999 d.C. Mille anni sono trascorsi da quando il demoniaco popolo vaivar è apparso in Europa, muovendo dalle lande desolate oltre il Volga per reclamare il possesso delle terre abitate dagli umani e cambiare la Storia per sempre. Da allora una guerra infinita strazia il continente ormai condannato a un eterno medioevo, in cui i regni nati dalle ceneri dell'antico Sacro Impero sopravvivono a fatica tra alleanze precarie, rovesciamenti di fronte ed epidemie. I vaivar avanzano con armate di creature innaturali e spaventose, i manvar: la loro marcia procede inesorabile e sono giunti ormai nel cuore della Baviera. Ed è qui che troviamo Seija, giovane coraggiosa e tenace, l'erede di un'antica stirpe di guerrieri pagani, cacciati dalle terre di Kaleva proprio in seguito all'invasione dei vaivar. Adesso il suo popolo, decimato e nomade, sopravvive offrendo ai cristiani la propria abilità militare in cambio di cibo e di un luogo sicuro in cui piantare le tende. Seija è pronta alla lotta contro l'esercito vaivar comandato dal più grande nemico degli umani: Raivo, il Traditore dalla Mano Insanguinata, stratega temibile, condottiero spietato e unico uomo a essersi venduto anima e corpo ad Ananta, l'immortale regina dei vaivar, per farsi trasformare in un demone plurisecolare e sterminare quella che una volta era la sua specie. Ma quando Seija è costretta ad affrontare il Traditore nel pieno della battaglia, il fantasma di un antico segreto cambia per sempre il suo destino.

Serie "Millennio di fuoco":
#1 Millennio di fuoco - Seija (2013)
#2 Millennio di fuoco - Raivo (2014)

Rating:

lunedì 18 maggio 2015

Talk that Talk: Il blocco del lettore, cause e rimedi!

Rubrica a cadenza casuale inventata da me. Ha la scopo di riunire in un unico post
chiacchiere, tag e qualsiasi cosa di cui ho voglia di parlare che esula da altre rubriche e post.


Salve a tutti, oggi un post di chiacchiere che nasce dalla pura e semplice voglia di parlare di "cose da noi lettori" e confrontarmi con voi. Per iniziare il lunedì in modo leggero, simpatico e spero anche utile ;)

E' da un po' di tempo che quasi tutte le mie amiche o le persone che conoscono (e in parte anch'io), hanno il famoso BLOCCO DEL LETTORE, infatti anche la settimana scorsa (se non sbaglio) in un mio post ne ho parlato brevemente e così ecco il perché ho deciso di farne un intero post che non so di preciso dove andrà a parare xD

Che cos'è il BLOCCO DEL LETTORE?
E' quello status che capita almeno una volta nella vita ad ogni lettore, in cui non si riesce ad iniziare nessun tipo di libro, oppure qualsiasi cosa si inizia non si riesce a portare avanti. E' una cosa veramente fastidiosa che in molti vivono con terrore, altri con rassegnazione ed altri ancora con speranza.
A me è capitato di non riuscire a trovare il libro giusto da iniziare e così ogni giorno ne sceglievo uno nuovo che poi interrompevo dopo poche righe, fino a quando non è arrivato quello giusto. E' anche capitato (e da pochissimo) di continuare a leggere e rimanere insoddisfatta di ogni lettura, questo non è un vero blocco, ma direi che lo si può benissimo inserira in questa fantasiosa biblio-malattia xD
Credo che le cause scatenanti possano essere molteplici e il mio intento è quello di elencare qui sotto tutte le cause che mi vengono in mente, poi tutti i "rimedi" che mi vengono in mente... ma attenzione, voi non sarete semplici spettatori, infatti potrete dare il vostro contributo per spiegare, comprendere questo blocco e per aiutare voi stessi e chi ne è stato colpito.

Venite a leggere cause e rimedi ;)

domenica 17 maggio 2015

Speciale SalTo 2015: Un'inviata super speciale

Ciao a tutti ragazzi, anche oggi cambio di programma "improvviso", doveva essere un giorno di riposo per il blog, ma alla fine ho deciso di pubblicare questo post a cui tengo particolarmente.
Alcuni di voi conosceranno Nadia, è un'assidua frequentatrice del blog e sicuramente nei vostri giri qui su Il profumo avrete visto spesso i commenti di Nadia, che nel tempo è diventata un'amica che sento anche al di fuori di blog e argomento libri.
Ecco, proprio lei l'altro giorno mi ha comunicato che sarebbe andata a fare un bel giro al Salone Internazionale del Libro di Torino nella giornata di sabato, dopo aver provato una fortissima invidia ed essere felice per questa sua possibilità, mi è venuta una piccola idea. Ho pensato: "Perché non chiedo a Nadia se mi fa da inviata speciale al Salone? E le chiedo di lasciarmi un resoconto di quello che visita e vede?". Così in men che non si dica ci siamo organizzate, le ho comunicato alcuni eventi che secondo me erano interessanti, le ho comunicato le case editrici che mi sarebbe piaciuto visitasse, sia per sapere com'erano collocate e sia perché pensavo sarebbero potuto interessare anche a lei e le ho chiesto di mandarmi qualche foto, se ne aveva voglia. Il tutto era molto libero, perché Nadia non lavora per me e non è andata al Salone per fare un piacere a me, ci è andata per suo piacere personale e in aggiunta le ho chiesto questo piccolo favore già che era lì.
Così ieri sera Nadia, con grande soddisfazione mi ha inviato una mail con un piccolo resoconto e con le foto che ha fatto.
Vi lascio tutto qui così come me lo ha scritto lei perché credo sia giusto così, in modo da non perdere il suo entusiasmo, la sua soddisfazione, ma anche delusione per alcune piccole cose.

Eccomi di ritorno dopo una giornata intensa, ma molto divertente e appagante! Sono anche riuscita a farmi fare l’autografo dalla Lackberg, quindi sono contentissima!
Ma andiamo con ordine: come ti ho scritto, alle 10 ero già in coda in attesa che aprissero, munita di piantina su cui ho subito scarabocchiato le mie tappe. Naturalmente essendo sabato c'era già tantissima gente di prima mattina; fa piacere vedere che c'è tanta gente interessata al Salone e ai suoi argomenti, se poi tutti leggano anche o meno, quello non è dato saperlo :-)
Per prima cosa sono andata allo stand dell’Astoria: io conoscevo questa casa editrice soprattutto per la serie di Agatha Raisin, ma ho scoperto oggi che la Beaton, la sua autrice, ha all’attivo un’altra serie: 67 Clarges Street. Anche questa serie, che consta solo di 6 volumi, è un genere "giallo leggero", e sembrerebbe perfetta come rilassante lettura d'evasione. 
Il piccolissimo stand di Eden Editori si trova nella zona riservata ai piccoli editori: sicuramente l'organizzazione ha voluto riservare loro una zona particolare per far sì che non venissero "inghiottiti" dalle grandi distribuzioni, ma a mio parere la posizione è veramente troppo defilata e, a meno di non essere già al corrente di queste piccole realtà, è difficile avventurarsi fin qui, con la conseguenza che pochi nuovi lettori potranno conoscere queste case editrici.
Safarà ha fatto forse una scelta più azzeccata dividendo lo stand con altre "piccole"; il libro che fa la parte del leone nel suo stand è sicuramente l’ultimo della Oliver, Ragazze che scompaiono, e non c'era molto altro.
Non conoscevo nemmeno la Gainsworth Publishing e ne sono rimasta piacevolmente colpita: mi hanno stupito la cura dei dettagli, le copertine rifinite nei minimi particolari e anche la pesantezza fisica dei loro volumi che, se da un lato può rivelarsi un handicap, dall'altro è spia di una grande attenzione per il prodotto finale. Accanto alla serie di Julia Sienna faceva bella mostra di sé un'altra opera fantasy sulla quale mi sembra di aver capito che alla Gainsworth puntino molto: si tratta della serie di La colonna di Antanacara, di Ronnie Pizzo e Nicolò Parolini. Ho acquistato il primo volume, L'avvento. Ti farò sapere il mio pensiero appena lo leggerò. Il secondo sarà presentato a Lucca, se non ho capito male.
Come sempre le grandi case editrici erano prese d'assalto dal pubblico, tanto che alla Mondadori, alla Newton Compton e allo stand del Gruppo Mauri Spagnol non si riusciva a girare... se posso esprimere il mio parere personale, un'occasione come questa dovrebbe essere il massimo proprio per conoscere editori meno famosi, che difficilmente trovi a una Feltrinelli o Libreria Mondadori qualsiasi. Peraltro questi grandi colossi non applicano neanche sconti fiera... ma naturalmente questa è solo la mia modesta opinione :-) Dopo una coda estenuante sono riuscita ad accaparrarmi una buona posizione per ascoltare l’intervento di Vanessa Diffenbaugh, intervistata da un’altra scrittrice che amo, Alessia Gazzola. La Diffenbaugh ha parlato di come l'istinto di madre sappia che cosa è giusto e cosa non lo è senza bisogno di "aver studiato" su manuali e su internet, di come le sue esperienze (ha avuto ragazzi in affido, nonostante la sua giovane età) le offrano lo spunto per le storie che scrive, e di quanto sia importante il sostegno di suo marito e della sua famiglia nella sua attività di scrittrice. Sembra una persona molto dolce e delicata, ma allo stesso tempo molto decisa e determinata nel parlare di come le sue storie vengono alla luce. Io ero in seconda fila: davanti a me c'erano i bimbi di Vanessa, che ci hanno allegramente salutati come dei veri piccoli VIP in erba!
Grazie alla Marsilio, infine, ho potuto farmi autografare la mia copia de Il segreto degli angeli da Camilla Lackberg prima del suo intervento. Anche la Lackberg mi ha dato l’impressione di una donna molto delicata, leggiadra, quasi eterea, e mi lascia stupita come la sua immagine così delicata contrasti con i thriller a volte crudi che scrive: è proprio vero che l’apparenza inganna!

sabato 16 maggio 2015

"Nessuno sa di noi" di Simona Sparaco

Buongiorno miei carissimi amici/lettori, come state? Weekend iniziato bene o male? Spero proprio la prima che ho detto :)
Ho deciso di riprendere con qualche recensione in arretrato, così almeno da riuscire a finire quelle che appartengono al gruppo "aprile 2014" che sono tantissime, ve lo giuro °_°
Questa sarà la prima di qualche recensione, ovviamente, come avete già visto nelle settimane precedenti, non pubblicherò solo recensioni vecchie, ma cercherò di continuare a tenere il mio blog in modo semplice, ma efficace xD

Oggi, per l'appunto, vi parlo di un libro letto all'inizio di aprile dello scorso anno, un libro che sapevo sarebbe stata una lettura difficile e che purtroppo in parte mi ha deluso. Vi parlo di Nessuno sa di noi di Simona Sparaco, libro con cui l'autrice era tra le finaliste del Premio Strega del 2013.
Vi avviso che sarà una recensione lunga e che, come il libro, toccherà argomenti complessi e delicati.

Trama: Quando Luce e Pietro si recano in ambulatorio per fare una delle ultime ecografie prima del parto, sono al settimo cielo. Pietro indossa persino il maglione portafortuna, quello tutto sfilacciato a scacchi verdi e blu delle grandi occasioni. Ci sono voluti anni per arrivare fin qui, anni di calcoli esasperanti con calendario alla mano, di "sesso a comando", di attese col cuore in gola smentite in un minuto. Non appena sul monitor appare il piccolo Lorenzo, però, il sorriso della ginecologa si spegne di colpo. Lorenzo è troppo "corto". Ha qualcosa che non va. "Nessuno sa di noi" è la storia di un mondo che si lacera come carta velina. E di una donna di fronte alla responsabilità di una scelta enorme. Qual è la cosa giusta quando tutte le strade portano a un vicolo cieco? Che cosa può l'amore? E quante sono le storie di luce e buio vissute dalle persone che ci passano accanto? Come le ricorderanno le lettrici della sua rubrica e le numerose donne che incontra sul web, Luce non è sola.


Rating:

venerdì 15 maggio 2015

Lega dei Lettori: Sondaggio #4

Buondì, buondì, come state?
Eccoci prontissimi a votare tutti insieme al quarto sondaggio per la nostra Lega. Alla fine del post vi lascerò un avviso importante che spero leggerete tutti e che comunque vi invierò anche tramite la newsletter legata a questa iniziativa.

Per questo quarto sondaggio ho deciso di dare spazio ad un genere che purtroppo non è riuscito ancora a partecipare: il thriller/ giallo e derivati. So che molti di voi che mi seguono non amano moltissimo questo genere, oppure non lo leggono praticamente mai, io però sono una grandissima amante di questo genere e mi sembrava giusto poter dare una possibilità anche al thriller... e poi chissà, magari alcuni di voi si faranno incuriosire e proveranno ad avvicinarsi a questo genere *_*

survey solutions


Mi aspetto sicuramente un'affluenza minore, ma spero davvero di poter vedere molti di voi partecipare, sarebbe una bellissima cosa per me. Ora non vi resta che farvi un'idea dei titoli che vedete qui sopra (se già non li conoscete) e farvi consigliare dal vostro istinto. Io ho le mie preferenze e spero sempre vincerà uno di quei titoli, che ovviamente non vi rivelo, ma sono davvero curiosa di vedere quale sarà il libro che più vi convincerà :)
Il sondaggio si concluderà il 25 aprile e il giorno dopo creerò un post per annunciare quale sarà la lettura che effetueremo tutti insieme nel mese di giugno.


AVVISO IMPORTANTE:
All'inizio della Lega vi avevo detto che l'avrei portata avanti fino ad agosto e che poi non sarei più riuscita. Ho deciso di anticipare la conclusione della Lega a luglio. Come quasi tutti di voi sapranno, sono incinta e il termine per il parto è il 24 agosto, capirete anche voi che il mese di agosto sarò abbastanza fuori di melone e non credo proprio riuscirò a seguire il blog, men che meno la Lega dei Lettori.
Spero di non avere problemi e di rispettare questa nuova data di conclusione. Ovviamente il 26 luglio verrà pubblicato il post con la lettura effettuata, poi nei giorni dopo (devo ancora decidere bene un calendario, ma vi avviserò) pensavo di pubblicare un bel post riepilogativo con tutte le letture fatte insieme ed infine il post con il giveaway aperto a tutti i partecipanti alla Lega.


giovedì 14 maggio 2015

Readings Recap #7

Buon pomeriggio miei carissimi lettori. In realtà anche oggi non dovevo pubblicare niente, poi mi sono resa conto che era ora facessi un recap delle letture per non trovarmi poi con una marea di libri tutti insieme, anche se non è passato poi tanto tempo dall'ultimo recap xD
In questo post non comparirà il mio pensiero su LA QUINTA ONDA di Rick Yancey perché è la lettura fatta per la Lega e vedrete la mia mini-recensione in quel post, insieme a tutti gli altri pensieri :)
Rubrica a cadenza casuale inventata da me.
In ogni puntata parlo brevemente delle ultime letture fatte e delle prossime che ho in progetto di fare.


Raccontami di un giorno perfetto di Jennifer Niven
★★★
Questo è un libro sbilanciato, dal mio punto di vista. Abbiamo un protagonista maschile favoloso che eclissa completamente la controparte femminile. Ho trovato Violet inutile, fredda e sbagliata; mentre invece mi sono affezionata moltissimo a Finch. Credo che l'autrice abbia avuto delle buone idee che poi sono andate un po' a scemare durante la scrittura del romanzo. Non serviva il doppio POV, basta Finch per raccontare la sua storia. E' proprio per colpa di Violet che il mio voto si è abbassato così tanto, per colpa sua e delle conseguenze portate dal suo personaggio.
La fabbrica delle meraglie di Sharon Cameron
★★★★
Fino all'ultimo sono stata indecisa sul rating da dare a questo libro, perché mi aspettavo qualcosa di completamente diverso da questa lettura e dunque all'inizio sono rimasta molto spiazzata e poco convinta. Ma piano piano i personaggi e la storia sono riusciti a catturarmi, senza rendermene conto mi sono trovata completamente coinvolta e desiderosa di seguire ogni avvenimento. Lo stile dell'autrice l'ho trovato scorrevole, ma molto elegante e questa particolarità mi ha fatto impazzire in senso positivo. Una storia che è stata una piacevolissima sorpresa, soprattutto dopo tutte le delusioni subite.
Morsi di ghiaccio di Richelle Mead
★★★★
Dopo essere rimasta catturata dal primo volume della serie, da questo mi aspettavo moltissimo e per fortuna non sono rimasta delusa. Adoro lo stile della Mead e il modo in cui riesce a coinvolgermi nella storia fino alla fine, ha uno stile fresco e semplice, ma ogni parola usata è messa nel punto perfetto della storia. I personaggi mi sono piaciuti molto, a parte Lissa che mi ha un po' infastidito ed ho apprezzato moltissimo anche le due nuove entrate che hanno portato aria di intrecci in tutta la storia. Leggerò con estremo entusiasmo tutti gli altri libri, anche se non so quando potrò procurarmeli.
Aristotle and Dante discover the Secrets of the Universe di Benjamin Alire Saenz
★★★★½
Una splendida scoperta per un libro che mi ha rubato il cuore. Dolce, gentile, reale e sincero questo libro è davvero una piccola perla meravigliosa. Sono contenta perché finalmente ho trovato un libro che parla di adolescenti in modo semplice, ma assolutamente fedele e credibile. Credo sia uno dei migliori YA che ho letto finora, uno di quelli che riesce a parlare dei problemi di questa età senza scadere nell'assurdo e nel super-banale. Uno di quelli in grado di prendere il tuo cuore e custodirlo gelosamente.


Sono felice ragazzi, finalmente torno a parlarvi di libri che mi sono piaciuti davvero e anche la lettura che sto affrontando ora, THE HELP di Kathryn Stockett, si sta rivelando a dir poco soddisfacente. Come sapete avevo iniziato ad avvilirmi per colpa di tutti quei libri mediocri/brutti che avevo letto uno dietro l'altro... ora finalmente sembra tornato il giusto equilibrio.
Raccontatemi, se vi va, le vostre letture e fatemi sapere cosa ne pensate di quelle che ho affrontato io in questo ultimo periodo.
Un bacione a tutti!

mercoledì 13 maggio 2015

Shopping Books #10

Buonsalve miei carissimi lettori... Il caldo è arrivato, porca miseria se è arrivato. I giorni scorsi appena mettevo piede fuori casa mi scioglievo, infatti cercavo di uscire il meno possibile e se dovevo stare fuori più al mattino o sera per godermi un po' di frescura. Poi con questa panza che cresce le cose diventano difficoltose xD

Oggi, decima puntata di Shopping Books (nella nuova edizione, altrimenti sarei alla numero non so quale di puntata xD), e pensate l'ultima puntata l'ho pubblicata esattamente 10 giorni fa... sarà un segno del destino??? Non credo proprio xD
Rubrica a cadenza casuale inventata da me.
In ogni puntata vi presento tutti i nuovi libri arrivati suoi miei scaffali,
che siano essi acquisti, regali, scambi o omaggi.

Mi sono davvero data una calmata e non sto comprando niente, richiedo pochissimo alle CE (questi libri che vedete sono richieste precedenti), sto facendo ancora meno scambi e quanto sono brava sì sì sì u.u
L'unico strappo che mi sono concessa e che vedete nella foto (se ci cliccate sopra la vedrete più grande), è quello splendido segnalibro. L'ho comprato su facebook, dalla pagina Il paiolo magico, questa ragazza crea segnalibri (e non solo) col cuoio che sono meravigliosi, ve la consiglio caldamente *____*

Scambiato tramite Bookmooch
Trama:
Il protagonista, mito invecchiato del rock death-metal, è un collezionista del macabro: un ricettario per cannibali, un cappio da boia di seconda mano, un film snuff. Ma niente può competere con quell'oggetto in vendita su Internet: "Vendesi il fantasma del mio patrigno al miglior offerente..." dice l'annuncio. E l'uomo ha già la carta di credito in mano. Per mille dollari diventa l'unico proprietario di un abito che appartiene a un uomo morto. Il protagonista non ha paura. È da una vita che gestisce una serie di fantasmi: quello di un padre molestatore, delle amanti abbandonate senza cuore, degli amici traditi. Ma quello che gli porta il corriere in una scatola a forma di cuore non è un fantasma come tutti gli altri. L'ex proprietario dell'abito è "morto e vegeto" ed è ovunque: dietro la porta della camera da letto, seduto nella Mustang, in piedi davanti alla finestra, dentro lo schermo gigante del suo televisore, nel corridoio con un rasoio affilato appeso a una catena nella sua mano scheletrica. E sempre in attesa.
Omaggio della Garzanti
Trama:
Il cielo è immenso sopra di lei ed è così blu da fare male. Janie stringe gli occhi per non rimanere accecata. Non è più abituata a tutta quella luce. Janie ha ventotto anni, ma gli ultimi dieci li ha trascorsi in prigione, in cella di isolamento. Proprio lei, ragazza bella e ricca di Beverly Hills, viziata reginetta del liceo. Accusata di aver ucciso sua madre Marion, una donna esigente con cui non aveva un bel rapporto. Perché Janie era un'adolescente ribelle e contestatrice e sua madre non faceva nulla per nascondere la delusione di non avere la figlia perfetta. Tutte le prove erano contro di lei. Dopo l'ennesima notte di baldoria, era stata trovata priva di sensi accanto al cadavere della madre. Le mani sporche di sangue e le sue impronte dappertutto. Incapace di raccontare cosa fosse successo. Ma Janie ha sempre creduto di essere innocente. Ricorda poco della notte dell'omicidio, lo shock le ha confuso la mente, ma sa di aver sentito sua madre avere un alterco con uno sconosciuto e rammenta un nome, Adeline. E adesso che il suo avvocato è riuscito a farla uscire di prigione, Janie non ha dubbi. Deve dimostrare, soprattutto a sé stessa, di non essere colpevole. Deve diventare la figlia che Marion ha sempre sognato. Adeline è una città dell'Illinois. E lì che Janie deve andare se vuole capire la verità. Una città piccola e sperduta in mezzo alla campagna. Una comunità chiusa che guarda con sospetto e ostilità la nuova arrivata. E che nasconde tutte le risposte che Janie cerca...

Omaggio della Eden Editori
Trama:
Miriam e Lorenzo sono distanti, non si conoscono, non si sono mai visti, eppure sono anime gemelle e il destino ha deciso di farli incontrare travolgendo le loro vite. Lui è un giornalista in carriera, lei è la classica brava ragazza che non vuole mai dare problemi. Lui viaggia per il mondo, lei invece i viaggi può solo sognarli nella sua fantasia. Le loro vite non potrebbero essere più diverse eppure sembrano nati per stare insieme, come due tessere di uno stesso puzzle che combaciano perfettamente. Miriam viene travolta dalla passione, senza che possa far niente per opporsi ed improvvisamente la sua vita così lineare e prevedibile, da sempre costruita su rigidi binari e su rischi ben calcolati, viene sconvolta e tutte le sue certezze vacillano. Nasce così una bellissima storia d'amore e, quando Miriam pensa di aver raggiunto ormai la felicità, di aver finalmente ricevuto dalla vita quell'amore e quella sicurezza che cercava da sempre, un nuovo imprevisto porta Lorenzo lontano da lei, separando nuovamente le loro strade. Toccherà a loro difendere ciò che di più prezioso hanno e riconquistare quell'amore che sembra essere scritto da sempre nel loro destino. Una storia d'amore che fa sognare e fa volare i protagonisti e il lettore lontano, come lanterne volanti nel cielo.

Omaggio della Marsilio
Trama:
Questa è la storia della Pensione Palomar, un vecchio stabile a due piani nel quartiere periferico di una grande città. Osservandola dalla strada, incastrata tra due palazzi, sembra appartenere a un tempo che non è più. È la storia di Italo, il proprietario, che a quasi ottant'anni ha deciso di chiudere per sempre. Osserva passare gli ultimi giorni seduto dietro al bancone, mentre rilegge vecchie lettere d'amore scritte da una ragazza negli anni Cinquanta. È anche la storia dei suoi ultimi ospiti: Guido, un professore d'inglese che deve insegnare a parlare a una bambina muta; Lucio Ormea, un uomo alla ricerca del padre che non vede da quando era piccolo; il generale in pensione Adolfo Trento, convinto che la soluzione di ogni pace stia nella guerra; Ingrid, un'arpista con il polso spezzato che lavora come cassiera al supermercato e di notte si accompagna a uomini conosciuti per caso; e infine la domestica Emma, che ha fatto della Pensione Palomar la sua casa da ormai troppo tempo. Sono tutte persone ferme ai margini di un mondo che corre troppo veloce, in attesa che arrivi qualcosa, forse un treno che li porti via, verso una direzione qualsiasi, prima che sia troppo tardi.

 
Cosa ne pensate di questi nuovi arrivi?  Saranno tutte prossime letture, ma devo incastrarle tra i libri da leggere per le challenge... Sicuramente il primo che leggerò (perché è anche il primo che mi è arrivato) sarà Finché sarò tua figlia, a seguire gli altri due omaggi dalle case editrici e poi il libro di Hill. Ho tantissime curiosità verso ognuno di questi romanzi, ma ammetto che quello che più mi intriga è Le fragili attese, adoro i romanzi corali e credo proprio di sentirne il bisogno in questo periodo. Ma ho voglia sicuramente anche di thriller, insomma, vedremo un po' xD
E voi, avete qualche aggiornamento per quanto riguarda i nuovi arrivi sui vostri scaffali? Ditemi tutto che sono curiosissima :3