mercoledì 13 aprile 2016

Splendi più che puoi di Sara Rattaro

Buon pomeriggio lettori. Non trovo le parole per ringraziare tutti voi per l'accoglienza che mi avete riservato, ogni volta che arrivava un commento mi venivano gli occhi lucidi, perché non pensavo assolutamente di poter avere ancora così tanto seguito e così tante persone felici di rileggermi. Grazie dal profondo del cuore. Prometto che risponderò a tutti perché ci tengo tanto!

Oggi è il PRIMO VERO POST del blog dopo la riapertura :) Inizio con la recensione di un libro di recente uscita, di un'autrice che adoro, ma che questa volta ha faticato a soddisfarmi.
Spero di avere ancora la VOCE giusta per potervi parlare di libri in modo un po' più approfondito in confronto alle mie mini-recensioni di Goodreads.
Ah, vi lascio un piccolo avviso, chiamiamolo così. Per ora cerco di mantenere lo stesso stile per le recensioni, ma non so se riuscirò a continuare in questo modo. Perché, curare la grafica e l'impaginazione in questo modo mi porta via del tempo, anche cercare immagini...dunque vedrò, se riesco a ritagliarmi abbastanza tempo continuerò in questo modo, altrimenti il post diventerà molto più essenziale e minimal, anche se a malincuore.

Trama: L'amore non chiede il permesso. Arriva all'improvviso. Travolge ogni cosa al suo passaggio e trascina in un sogno. Così è stato per Emma, quando per la prima volta ha incontrato Marco che da subito ha capito come prendersi cura di lei. Tutto con lui è perfette. Ma arriva sempre il momento del risveglio. Perché Marco la ricopre di attenzioni sempre più insistenti. Marco ha continui sbalzi d'umore. Troppi. Marco non riesce a trattenere la sua gelosia. Che diventa ossessione. Emma all'inizio asseconda le sue richieste credendo siano solo gesti amorevoli. Eppure non è mai abbastanza. Ogni occasione è buona per allontanare da lei i suoi amici, i suoi genitori, tutto il suo mondo. Emma scopre che quello che si chiama amore a volte non lo è. Può vestire maschere diverse. Può far male, ferire, umiliare. Può far sentire l'altra persona debole e indifesa. Emma non riconosce più l'uomo accanto a lei. Non sa più chi sia. E non sa come riprendere in mano la propria vita. Come nascondere a sé stessa e agli altri quei segni blu sulla sua pelle che nessuna carezza può più risanare. Fino a quando nasce sua figlia, e il sorriso della piccola Martina che cresce le dà il coraggio di cambiare il suo destino. Di dire basta. Di affrontare la verità. Una verità difficile da accettare, da cui si può solo fuggire. Ma il cuore, anche se è spezzato, ferito, tormentato, sa sempre come tornare a volare. Come tornare a risplendere. Più forte che può.

Rating:

Recensione:
Sara Rattaro è una delle autrici italiane che preferisco, ha la capacità incredibile di parlare di argomenti complessi e difficili, in modo delicato e naturale e questo succede sempre, in ogni suo libro.
In questa sua ultima fatica la Rattaro ci parla di una delle piaghe più profonde e presenti dell'umanità: la violenza sulle donne. Ci troviamo in Italia e la protagonista è Emma, inizialmente una ragazza piena di vita e di progetti che svaniscono quando incontra Marco e decide di sposarlo. Da quel momento la vita di Emma piano piano cambia, fino a degenerare totalmente. Marco abuserà di lei, la picchierà a sangue, la rinchiuderà in cantina e le farà ogni tipo di violenza, sia fisica che psicologica. Con l'arrivo di Martina, la loro figlia, la situazione peggiora perché Emma è ancora più sottomessa, subisce senza fare niente per paura che Marco possa fare del male anche alla figlia.
Questa è la trama del libro a grandi linee, ma potrebbe essere l'inizio della storia di moltissime donne italiane e di tutto il mondo.
Come sempre la Rattaro è riuscita a parlare di questo argomento così complicato e spinoso in modo naturale, delicato, sussurrando al lettore tutte le emozioni devastanti di Emma, tutto il suo dolore e la paura ma anche la sua forza e il coraggio. Ho immaginato diversi scenari ed ho sperato non capiterà mai niente di simile a me, ma nemmeno a donne e ragazze che conosco, perché quando una donna viene picchiata e violentata dal marito, entrano in gioco così tanti elementi complessi della psiche umana, che è veramente difficile immaginare di poter aiutare questa persona...ho immaginato così tanto che sono arrivata a sentirmi impotente, perché so che non saprei cosa fare. Per fortuna la legge italiana è cambiata rispetto a qualche anno fa, anche se siamo stati lenti in questa evoluzione, non voglio entrare in argomenti complicati perché questa è una recensione e non un dibattito sulla violenza sulle donne, ma i libri della Rattaro spesso smuovono in me questa voglia di capire e confrontarmi.
In due parole, sono rimasta molto soddisfatta dal contenuto della storia e dalle emozioni che è riuscita a provocarmi, ma ci sono dei punti deboli che mi hanno deluso.
Molto spesso nel libro capitano queste frasi distaccate dal resto della storia e scritte in corsivo. Ho odiato queste frasi. Le ho odiate perché sono palesemente presenti per essere viste come “citazioni di copiare e riscrivere”, quelle tipiche citazioni che poi si ritrovano online usate e abusate. Non sopporto questo modo di cercare di inserire per forza “frasi fatte” così da invogliare il lettore a trascriverle o copiarle in giro. Se fossero state inserite in modo continuativo nella storia le avrai probabilmente trascritte anch'io, ma così le ho quasi snobbate.
Un altro problema è stata la velocità con cui la Rattaro affronta e parla di alcune scene e situazioni. I suoi libri sono sempre abbastanza corti, ma non ho mai sentito il bisogno di pagine aggiuntive, questa volta invece avrei sicuramente tratto beneficio da almeno una cinquantina di pagine in più, perché mi avrebbero fatto capire meglio alcune situazioni e mi avrebbero fatto apprezzare di più tutta la storia.
Un po' di delusione ci sta, soprattutto perché le mie aspettative verso quest'autrice sono sempre altissime. Continuerò a leggere i suoi libri perché mi fanno bene al cuore e mi aiutano a riflettere su tanti argomenti, ma spero che il prossimo potrà tornare a soddisfarmi sotto ogni punto di vista.

14 commenti:

  1. Ciao tesoro ♥
    Sara Rattaro è una di quelle autrici che mi riprometto sempre di leggere (anche se non amo particolarmente gli autori italiani), visto i suoi precedenti libri accolti così bene dai lettori. Mi deve arrivare, e il tema affrontato è uno di quelli che mi fanno davvero molta paura nel mondo reale... speriamo bene! Visto che questo ti ha preso meno, qual'è il suo che ti è piaciuto di più?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cri. Ci vuole il momento giusto per approcciarsi alla Rattaro, proprio perché ogni suo libro tratta argomenti forti. Spero ti piacerà, e spero avrò tempo e modo di venire a leggere la tua recensione in futuro.
      Il suo migliore in assoluto, secondo me, è Un uso qualunque di te.

      Elimina
  2. Questo è uno di quei libri che muoio dalla voglia di leggere, ma che alla fine non ho il coraggio di comprare. Il tema è importante e non avendo mai letto niente della Rattaro non so cosa aspettarmi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh sì, come dicevo appena sopra, per avvicinarsi a questo libro e leggerlo ci vuole il momento giusto e l'umore adatto, altrimenti si rischia di deprimersi e viverla troppo male. Però secondo me vale la pena leggerlo, assolutamente. Però ti consiglierei di iniziare da altro, questo tenerlo nel caso in cui ti piacerà il suo stile e le sue storie :)

      Elimina
    2. Grazie per il consiglio! ;)

      Elimina
  3. Ciao Ale, felice di leggere di nuovo le tue recensioni! Sai, io non ho mai letto niente di questa autrice per quanto ne abbia sentito parlare tantissimo. Quindi ti chiedo, visto che invece tu la conosci bene, so dovessi accostarmi ai suoi romanzi... da quale cominciare ^^?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara, non hai idea di quanta ansia mentre pubblicavo la recensione e ancora adesso mi sento stranissima, spero andrà tutto bene :)
      Ti consiglio di provare la Rattaro, il mio libro preferito suo è Un uso qualunque di te ed è quello che mi sento di consigliare a chiunque vuole provare a leggerla.
      Spero proverai. :*

      Elimina
    2. Grazie Ale, me lo segno! E tranquilla, andrà tutto benissimo ^^

      Elimina
  4. TU ogni tanto mi lanci messaggi subliminali *consigliandomi* di leggere qualcosa di questa autrice ma IO non lo faccio mai perché QUESTO è il tipico libro da Alessia e non da Veronica. (*discorso no-sense*)
    Sono stra-sicura che tutti i libri di Sara Rattaro sono delle piccole perle anche solo per il fatto che mettono in moto il cervello, come dici, ma non credo di sentirmi pronta per leggerli e apprezzarli in tutta la loro magnificenza. ç.ç

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao tesoro, già il fatto che sei venuta a commentare questa recensione, mi rende felice *_*
      Questo potrebbe diventare anche un libro da Veronica, ma come ho consigliato ad altre, ci vuole l'umore giusto e il momento giusto. Forse tra qualche anno, chissà...

      Elimina
  5. Eccomi eccomi ci sono anch'io! Innanzitutto tranquilla, non hai affatto perso la mano, anzi, questa è una recensione davvero bellissima secondo me. Come altre ragazze sopra anche per me non è semplice trovare il momento giusto per storie di questo genere, avevo iniziato Sulla sedia sbagliata tempo fa ma non mi convinceva lo stile, l'avevo trovato troppo freddo. Magari non era il momento giusto e dovrei dare un'altra chance alla Rattaro perché in generale ne sento parlare solo bene... vedremo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie carissima amica, mi fa piacere sapere che sono ancora in grado di parlare di libri, spero non sia stato un caso isolato xD
      Io stra-consiglio sempre Un uso qualunque di te, secondo me è il suo "capolavoro".

      Elimina
  6. sai che non ho mai letto nulla suo? Anche io non sopporto le frasi messe lì apposta da sottolineare, mi indispettiscono, capisco. Questo è un argomento delicato che però va affrontato e letto, mi segno il titolo per il momento giusto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chiara, secondo me dovresti leggere le trame dei libri della Rattaro e vedere quale ti ispira di più...secondo me prima o poi riuscirai a leggerne uno :)

      Elimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, sono sempre felice di leggere e rispondervi ♥