sabato 27 gennaio 2018

Figlie sagge di Angela Carter

Buongiorno e buon weekend, il momento ansia continua, perché questa è la vera prova del mio ritorno: LA PRIMA RECENSIONE dopo essere riapparsa nel mondo blogger. AIUTOOOO.
Mi sento un po' in soggezione perché ho passato tanto tempo a chiedermi se fossi ancora capace di scrivere recensioni e se già prima raramente ero soddisfatta delle mie recensioni, ora lo sono ancora meno e sento proprio il bisogno di avere un riscontro da parte vostra per capire se "va tutto bene" o è meglio che mi dò all'ippica :)
Andiamo subito al libro protagonista di oggi, aspetto di sapere cosa ne pensate della mia recensione e ancora più importante sapere le vostre idee e opinioni sul libro.

Titolo: Figlie Sagge
Autore: Angela Carter
Traduttore: Rossella Bernascone e Cristina Iuli
Casa editrice: Fazi Editore
Pagine: 335
Prezzo: 18.00 €

Ho iniziato ad interessarmi ad Angela Carter grazie alla scoperta di un libro ormai introvabile “La camera di sangue”, che non sono riuscita ancora a leggere (Fazi ti prego porta in Italia tutti gli scritti di questa autrice), ma che ha acceso in me una grande curiosità verso questa scrittrice.

Così ho voluto iniziare dal suo primo libro pubblicato da Fazi, cioè Figlie sagge, che ho poi scoperto essere il suo ultimo romanzo. Quando l’ho scoperto ci sono rimasta un po’ male, perché di solito quando inizio a leggere un nuovo scrittore, mi piace iniziare dal suo primo libro scritto o comunque tra i suoi primi, ma questa volta mi sono dovuta accontentare...e badate bene, che non mi pento assolutamente di aver letto Figlie Sagge, anzi.

La storia narrata è quella della vita delle due gemelle Dora (voce narrante) e Nora, figlie di Melchior Hazard un grande attore teatrale che calca le scene britanniche considerando Shakespeare ai livelli di un Dio. Le due bimbe non vengono riconosciute dal padre, la loro madre muore dandole alla luce e così si ritrovano a dover crescere con Nonna Chance, una signora alquanto bislacca che decide di prendersi cura di loro. Noi le conosciamo nel giorno del loro settantacinquesimo compleanno e da qui ripercorriamo la loro vita a ritroso, rivivendo il ventesimo secolo attraverso i loro ricordi.

All’inizio della storia sono rimasta un po’ stranita, perché la Carter ha adottato una narrazione un po’ confusionaria e caotica, in cui Dora racconta la sua vita seguendo un suo filo logico e saltando da avvenimenti di un certo anno e con certi protagonisti, ad altri avvenimenti distanti e con protagonisti differenti. Mi ci è voluto un pochino per abituarmi a questa narrazione così personale e passionale. Dopo aver preso coscienza di questo “ritmo a zig zag” ho deciso di farmi trasportare completamente dalle gemelle e di farmi coinvolgere con tutta me stessa nella loro vita e la mia scelta è stata azzeccatissima perché sono rimasta incantata fino alla fine.

Questo è un romanzo ironico, frizzante e irriverente, in cui il cervello viene messo in movimento dai bellissimi e strambi intrecci tra i protagonisti, ma anche dalle riflessioni che Dora fa sul passato che ci sta raccontando...e qui torna fuori la narrazione particolare che vi dicevo prima. Se Dora ci sta parlando di un fatto successo quando lei aveva dieci anni (ad esempio), nel frattempo ci troviamo a leggere le sue riflessioni di anziana di settantacinque anni, poi si torna alla narrazione del passato; insomma, il lettore deve prestare attenzione per non perdersi e per non soccombere sotto questo flusso inesauribile di racconti e riflessioni. Ecco perché la mente di chi legge rimane sempre attiva e attenta...ed io amo i romanzi così, perché una volta che capisci il filo, una volta che riesci a districarti tra gli intrecci, è meraviglioso seguire la trama e i personaggi.

E quante emozioni è riuscita a darmi questa lettura, ho sorriso e ho riflettuto, perché il bello è questa ironia e questa vivacità che troviamo sempre tra le righe, mischiata a regola d’arte con situazioni difficili e sentimenti cupi. Le gemelle Change non hanno avuto una vita facile, ed ogni tanto viene fuori questa nostalgia, questa voglia di poter “essere di più” e più amate, di sentirsi meno sole e comprese più a fondo; ma hanno avuto le loro soddisfazioni, le loro risate, le loro “prime volte”, tutto vissuto insieme, come un doppio filo che le tiene legate.

Un romanzo davvero potente, in grado di scombussolare il lettore e di renderlo vivo e frizzante come la storia che leggiamo tra le sue pagine.

Io personalmente ho finito di leggere con un sorriso stampato sulle labbra e con il cuore pieno di gratitudine e soddisfazione.
Letto dal 22 ottobre 2017 al 26 ottobre 2017

★★★★½

10 commenti:

  1. Leggere le tue recensioni è sempre un piacere, quindi niente ippica ma continua così, noi ti seguiamo! Non conosco il libro che hai analizzato così bene, piace anche a me seguire storie che si svolgono su piani temporali diversi e che trasmettono emozioni :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, sei stata molto carina :)
      Ti consiglio questo libro allora, vorrei consigliare in generale la Carter, ma credo sia ancora presto per fidarmi ciecamente di lei, dato che ho letto solo questo di libro ;)

      Elimina
  2. Oooh, che bello! Hai letto anche tu questo libro! E ottima recensione! Complimenti!
    (Sono andata bene con l’entusiasmo!? v.v)

    Sono stra-contenta che Angela Carter ti sia piaciuta, quando ripubblicheranno “La camera di sangue” (perché lo ripubblicheranno, altrimenti subiranno la mia ira) devi leggerlo!
    La storia di Dora e Nora e della loro famiglia è stata interessantissima da seguire, sia per via della voce narrante (Dora è fantastica! E Nora una tenerina) che per il modo in cui è stata gestita (tra passato e presente e con quel tocco di magic realism).
    Adesso ci tocca leggere “Notti al circo”. c:

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Veroh, perfetta. Continua così u.u Per fortuna che i prossimi due post saranno una novità anche per te xD

      Se non ripubblicano La camera di sangue, credo verrà fuori un putiferio di dimensioni epiche -.-
      Notti al circo mi incuriosisce ancora di più di Figlie sagge, dunque sì...ci tocca leggerlo :)

      Elimina
  3. Innanzitutto bentrovata di nuovo e complimenti perché le recensioni ti vengono sempre benissimo ^^
    Per quanto riguarda autrice e romanzo, ammetto di non aver mai letto niente della Carter ma sono molto attirata da Notti al circo che mi sono rigirata diverse volte in mano in libreria. Da quello che racconti mi rendo conto che potrebbe piacermi soprattutto per lo stile ironico e un po' fuori dagli schemi.
    Voglio vedere cosa riesco a trovare in biblioteca, ti farò sapere! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Babi, mi ci vogliono un po' di complimenti, così mi riprendo un pochino e smetto di darmi della totale idiota incompetente :/
      Ma daiiiii, devi rimediare...leggi la Carter, perché secondo me te ne innamorerai, devi assolutamente provarla davvero e se Notti al circo ti ispira tanto, buttati *_*

      Elimina
  4. Mi hai fatto venire voglia di leggerlo e di conoscere Nonna Chance! Sembra proprio il mio genere di libro, proprio per il mix di emozioni che riesce a creare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta di riuscire ancora a mettere curiosità in chi legge le mie recensioni *_*
      A questo punto spero avrai modo di recuperare presto questo libro se ti ispira e hai voglia di leggerlo :)

      Elimina
  5. Recensione splendida come sempre! Il tuo smalto è rimasto esattamente quello che ricordavo e adoravo, ma non ne avevo dubbi.
    Questo libro continua a venirmi davanti, sarà un segno? In questo momento ho una marea di letture in attesa ma mi sa che prima o poi mi ci butto! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Dani, grazie mille per i complimenti, mi ci volevano per darmi un po' più di carica *_*
      Guarda, secondo me potresti provare a dare un'occasione alla Carter o con questo o con "Notti al circo" che, anche se non ho ancora letto, mi ispira da morire e ne ho sentito parlare strabene.
      Buone letture :*

      Elimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, sono sempre felice di leggere e rispondervi ♥